Edilizia, tavolo di confronto Cna-Comune sui ritardi dell'ufficio urbanistica

edlizia 08/03/2011 -

Dopo le denuncia della CNA di Urbino sulla burocrazia che rallenta nella città ducale l’iter delle pratiche relative all’edilizia (Piano casa, ristrutturazioni, ampliamenti, nuove edificazioni, installazione di fonti energetiche alternative), si terrà mercoledì 9 marzo, alle ore 10.30 - un tavolo di confronto tra l’associazione feltresca e l’assessore all’urbanistica, Massimo Spalacci ed il dirigente del settore urbanistico, ingegner Carlo Giovannini.



L’incontro si terrà all’Ufficio urbanistica del Comune urbinate, proprio quello indicato dalla CNA come una sorta di imbuto dove le pratiche attualmente rimangono ferme fino a cinque-sei mesi. Una situazione che è stata più volte sottolineata, soprattutto in un periodo come questo, dove molte imprese si trovano alle prese con una crisi senza precedenti.

Nel solo comprensorio comunale di Urbino operano 213 imprese dell’edilizia; di queste 183 sono artigiane. Si tratta di dati che tengono conto, ma solo in maniera parziale, di questa situazione di crisi che ha portato ad una riduzione nel settore di oltre il 5,3% su base provinciale con oltre 350 imprese chiuse nell’ultimo trimestre.

All’incontro parteciperanno anche il presidente della CNA di Urbino, Lorenzo Santi, Paola Travagliati ed il responsabile dell’area territoriale, Massimo Galli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2011 alle 18:50 sul giornale del 09 marzo 2011 - 815 letture

In questo articolo si parla di economia, edilizia, urbino, cna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ifz