Confindustria Pesaro Urbino aderisce al contratto di rete per la nautica da diporto

yacht 14/03/2011 -

“La nautica da diporto può ancora esprimere grandi potenzialità nella nostra provincia, come testimonia la presenza nel distretto pesarese di due tra i più grandi gruppi del settore, Azimut-Benetti e Ferretti”. Lo ha detto il presidente di Confindustria Pesaro Urbino, Claudio Pagliano, lanciando la partecipazione dell’associazione pesarese degli industriali al progetto “Mare Nostrum”. 



Si tratta di un contratto di rete di portata nazionale, al quale hanno aderito anche Ucina–Confindustria Nautica, Confindustria Campania, Liguria, Marche, Toscana, Ancona, Bari-Bat, Ferrara, Genova, Latina, e Taranto. L’obiettivo è di rafforzare la cooperazione tra le imprese del settore diportistico, promuovendo la valenza occupazionale, e, non da ultimo, integrando le politiche industriali sulla nautica con quelle del turismo, dell’ambiente e dell’innovazione tecnologica. “La nostra filiera produttiva – ha sottolineato il presidente Pagliano - vanta una fortissima tradizione e specializzazione, soprattutto in termini di qualità del prodotto e impatto sui mercati nazionali ed internazionali. Negli anni questo è stato uno dei fattori di assoluta attrazione per l’investimento nautico nel nostro territorio”.

Secondo il presidente di Confindustria Marche, Paolo Andreani, “Mare Nostrum costituisce una grande opportunità, che, se ben utilizzata, fornirà un contributo decisivo per affrontare la crisi che ancora ci attanaglia, perché le imprese, per accrescere la loro competitività, avranno l’occasione di co-progettare anche in una logica di un potenziamento dell’internazionalizzazione del settore, fiore all’occhiello del made in Italy”. Il direttore generale di Confindustria Pesaro Urbino, Salvatore Giordano, ha però constato che “di contro, continua ad essere assolutamente inadeguato l’aspetto infrastrutturale della nostra provincia in termini portuali e di collegamenti stradali, su cui aspettiamo un cambio di marcia da parte delle istituzioni pubbliche chiamate a decidere su questo tipo di problematica”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2011 alle 17:28 sul giornale del 15 marzo 2011 - 686 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro urbino, confindustria pesaro urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/isy