Referendum, Ricci: 'Il territorio vince una battaglia per la democrazia'

matteo ricci| 13/06/2011 -

Nella provincia affluenza superiore al dato nazionale. Il commento del presidente.



In questi mesi aveva ribadito a chiare lettere un concetto. "E’ necessario andare a votare per il referendum, anche rinunciando a mezz’ora di mare. In ballo c’è il nostro futuro".

Chiuse le urne, Matteo Ricci plaude agli elettori della provincia, visto che l’affluenza si è mantenuta fin dall’inizio al di sopra rispetto al dato nazionale. E a quorum raggiunto il presidente commenta: "La soddisfazione è grande, perché ci confermiamo un territorio caratterizzato da alta coscienza civica. L’oscuramento mediatico sul tema è stato semplicemente scandaloso. Ma hanno prevalso le ragioni della democrazia, indipendentemente dall’esito dei singoli quesiti".

Ricci ha votato al seggio 1 del Mengaroni. Con 4 croci sul sì: "Ma abbiamo dato la possibilità a tutti di informare i cittadini, mettendo a disposizione dei comitati per il sì e per il no, indistintamente, gli spazi reali e virtuali della Provincia. Era indispensabile farlo, perché i quesiti riguardavano questioni fondamentali, che appartengono all’intera collettività. L’alta affluenza è una battaglia vinta. Una vittoria".

E una sconfitta per altri? "Al di là delle letture sull’evoluzione degli scenari politici – conclude il presidente -, l’invito a disertare le urne è caduto nel vuoto. C’è ben più di un segnale di scollamento tra il Governo e il Paese…".





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2011 alle 17:21 sul giornale del 14 giugno 2011 - 428 letture

In questo articolo si parla di attualità, referendum, pesaro, matteo ricci, Provincia di Pesaro ed Urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/l2M


Ora come la mette con "marchemultiservizi"? Ascolta "lo popolo" o temporeggia??