Peglio: al via il 1° festival dell'energia

energia 21/06/2011 -

Indirizzare le amministrazioni verso un piano di interventi utili al rilancio dell’economia locale: è l’obiettivo della ricerca condotta dall’Università di Urbino. I relatori annunciano alcune anticipazioni sull’indagine che aprirà il 1° Festival dell’energia.



La fotografia degli aspetti economici e sociali che caratterizzano il territorio delle Alte Valli del Foglia e del Metauro aprirà il 1° Festival dell’energia. Generatori umani di energia in programma il prossimo fine settimana a Peglio. Una ricerca condotta dall’Università ‘Carlo Bo’ di Urbino segnerà la strada su cui amministrazioni, enti locali, imprenditori e istituti di credito si dovranno muovere per favorire il rilancio dell’economia dell’entroterra urbinate.

Fanno trapelare alcune anticipazioni Giorgio Calcagnini e Ilario Favaretto, professori del Dipartimento di economia, società e politica dell’ateneo urbinate, che hanno realizzato la ricerca. Saranno loro a fare il punto sui risultati dell’indagine venerdì 24 giugno nel Centro Congressi di Peglio, dopo il saluto delle autorità che alle 16 alzerà il sipario sul convegno di apertura Economia del nostro territorio, organizzato dal Comune in collaborazione con lo studio commerciale Uguccioni. Un’iniziativa prettamente apolitica che si propone come un momento di discussione e riflessione sulle strategie economiche ed energetiche.

Internazionalizzazione e innovazione delle imprese saranno al centro della prima parte della relazione affidata a Calcagnini. “Abbiamo voluto analizzare a livello locale – spiega il professore – come le aziende affrontano questi due aspetti dell’economia che al giorno d’oggi sono fondamentali per la crescita di un’impresa. Per molte realtà imprenditoriali, infatti, l’internazionalizzazione e l’innovazione si sono rivelate le strategie migliori per far fronte ai contraccolpi della crisi economica”. Nella seconda parte della relazione, invece, Favaretto metterà in luce le potenzialità delle risorse economiche e sociali presenti sulle vallate fogliense e metaurense.

Per la prima volta verrà fornito un quadro globale del territorio, non frammentato in singoli Comuni, grazie a una sapiente e difficile raccolta di dati. Puntualizza Favaretto: “La ricerca fa emergere la rilevanza di elementi come la popolazione, la forza lavoro, la componente sociale giovanile e quella in età scolastica, per valutare quali sono le potenzialità presenti e future delle nostre imprese. Cercheremo di indicare le difficoltà da superare e i temi che devono essere affrontati con sistematicità per sostenere l’economia locale”.

Il tutto sarà arricchito anche dalle testimonianze dirette di alcuni imprenditori alla guida delle aziende annoverate tra quelle più significative e rappresentative del nostro territorio. Il loro intervento offrirà lo spunto per ribadire l’importanza della collaborazione tra le imprese stesse, che è il punto di partenza per costruire una politica economica unitaria più forte e competitiva sul mercato, non imposta dall’alto ma che nasce da chi l’impresa la fa e la vive giorno dopo giorno.



...

...





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2011 alle 12:24 sul giornale del 22 giugno 2011 - 729 letture

In questo articolo si parla di attualità, energia, comune di peglio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mmo