Edilizia scolastica, appello dell'associazione studentesca Saliscendi

1' di lettura 19/01/2016 - Migliaia di studenti nel territorio urbinate, ogni giorno, si recano in istituti scolastici fatiscenti e spesso palesemente rischiosi per la loro sicurezza. Lo dimostrano i fatti recenti, tra cui ciò che è accaduto il giorno 11 gennaio 2016 all’interno dell’I.I.S. Raffaello di Urbino, dove, a causa delle forti raffiche di vento, un asse di legno è caduto dall’altezza di 3 metri, colpendo una studentessa.

Tutto ciò purtroppo non rappresenta un evento isolato, bensì va ad inserirsi in un contesto ben più ampio che denota la forte inadeguatezza e pericolosità delle nostre strutture scolastiche.

Infatti anche all’interno degli istituti Laurana-Baldi, I.S.A. e I.T.I.S. vi sono problemi di infissi, che vanno a sommarsi alle problematiche legate alle infiltrazioni e alle norme di sicurezza.

La scuola è il luogo in cui i giovani crescono,vengono formati, e passano gran parte del loro tempo, perciò non è accettabile che questa sia uno spazio altamente pericoloso e simbolo dell’abbandono da parte delle istituzioni. L’associazione studentesca Saliscendi - Rete degli Studenti Medi Urbino e gli studenti e le studentesse di questi istituti concordano nell’affermare che tutto ciò sia inammissibile, perciò come associazione ci impegneremo affinché l’attenzione delle istituzioni venga posta su questo grave problema e ci si possa finalmente sentire sicuri nelle nostre scuole.

Ci appelliamo, dunque, alla Provincia di Pesaro-Urbino e alla Regione Marche affinché si prendano un impegno in termini politici ed economici.


da Saliscendi - Rete degli Studenti Medi Urbino
Associazione Studentesca





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2016 alle 23:17 sul giornale del 20 gennaio 2016 - 546 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, appello, edilizia scolastica, associazione studentesca, saliscendi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asGC





logoEV