Festa del Duca, un grande inizio per tre giorni di festeggiamenti rinascimentali

3' di lettura 12/08/2016 - Le porte di Urbino si apriranno sabato mattina alle 10.00 e da lì a poco inizieranno subito i laboratori di acrobatica aerea e di giocoleria per riscaldare l’atmosfere in attesa della parata inaugurale alle 16.00 che darà ufficialmente inizio alla XXXV Festa del Duca.

L'appuntamento è per sabato 13 agosto alle ore 16.00 quando il corteo storico aprirà i tre giorni di festeggiamenti per immergersi totalmente nell’atmosfera rinascimentale, al suon di tamburi e allo scoccare di frecce, ricordando il prestigio del Montefeltro nella XXXV edizione della Festa del Duca.

Insieme alla corte ducale, le delegazioni provenienti da tutto il Montefeltro sveleranno nel loro incedere la vita del ducato: combattimenti e campo d'armi, dimostrazioni e laboratori di antichi mestieri, dal fabbro al tessitore, un mercato artigiano che brulica di figuranti in abiti quattrocenteschi e il Palazzo Ducale, tornato nuovamente dimora, che aprirà le sue infinite stanze a un insolito tour guidato da messeri e dame in costume in scene di vita di corte.

E ancora lungo le vie del centro storico sarà facile incontrare giullari e buffoni di corte, barzellettieri, cantori e madrigalisti, musiche medievali e rinascimentali, spettacoli acrobatici, di fachirismo e giochi di fuoco, performance teatrali “La Lampada di Aladino” e “I Diavle”, danze del ‘400 corte.

Mentre Piazza Duca Federico sarà teatro dello spettacolo d’armi tra Montefeltro e Malatesta, il Torneo della Cortègiania tra le contrade aprirà le sfide e i giochi in voga al tempo del Duca animando la Fortezza Albornoz (ore 16.30). Sempre nel pomeriggio prenderanno avvio i laboratori di danze tradizionali bizantine, inaugurando così il quartiere greco lungo via Battisti in cui assaporare tipicità e conoscere meglio il Paese Ospite attraverso i suoi usi e costumi. Circa 30 tra osterie, locande e giardini di corte pronte a offrire piatti tipici della cucina rinascimentale urbinate, rivisitati con nuovi sapori e gusti contemporanei.

Per i più piccoli si apriranno laboratori di tiro con l'arco, araldica, tessitura e cucina quattrocentesca e un imperdibile Tiro al Drago. I più grandi potranno invece cimentarsi con il tiro con balestra e arco e visitare le mostre Leonardo Castellani - Segno e Racconto allestita nella Casa di Raffaello, ammirando il velario con le opere del divin pittore che decora la via in salita che porta alla dimora natale del Santi.

Tutta la città sarà in festa e in attesa della rievocazione storica di domenica sera 14 agosto, quando la corte al completo saluterà e renderà omaggio al Grande Matrimonio di Guidubaldo che si svolgerà nell’Arena di Borgo Mercatale, rievocazione di uno dei tanti fatti storici approfonditi in questi 35 anni di attività dell’ARS.

Gli accessi al centro storico saranno regolati attraverso biglietto giornaliero (sabato 14.30-22.00 / domenica 10.00 - 22.30 / lunedì 10.00 - 22.00) che permetterà di assistere a tutti gli spettacoli teatrali, musicali e itineranti, le rievocazioni e i tornei storici ma anche al grande gioco dell’Aita. Lo stesso biglietto offre un ingresso gratuito presso uno tra gli Oratori di San Giovanni o di San Giuseppe (10.00 -13.00 / 15.00 - 19.00), dove ammirare gli affreschi del Salimbeni, il presepe del Brandani e la mostra sui costumi legata all’organizzazione della Festa. Inoltre lo stesso biglietto è una riduzione sull’ingresso al Museo Bella Gerit, presso la Fortezza Albornoz, quest’ultima trasformata in campo d’armi per balestrieri e arcieri. I biglietti preacquistati sul circuito Ciaotickets potranno essere ritirati presso gli accessi di Porta Santa Lucia e Porta Valbona (presso Borgo Mercatale).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2016 alle 18:09 sul giornale del 13 agosto 2016 - 1256 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, spettacoli, Associazione ARS Urbino Ducale, festa del duca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aAdT





logoEV