Il cordoglio dell'Università per la scomparsa di Gian Paolo Calchi Novati, primo preside di Scienze Politiche

Gian Paolo Calchi Novati 02/01/2017 - Viva commozione ha suscitato nell’Università Carlo Bo di Urbino la notizia della morte di Gian Paolo Calchi Novati, scomparso domenica a Roma all’età di 81 anni.

Era nato infatti a Vimercate nel 1935 e a Urbino, dopo aver ricoperto l’incarico di ordinario di Storia e Istituzioni dei Paesi afro-asiatici presso la Facoltà di Giurisprudenza divenne nel 1992 il primo Preside della Facoltà di Scienze politiche per trasferirsi in seguito all'Università di Pavia. Fece parte dell’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale di Milano e collaborò con il Center of African Studies di Boston e l’UCLA di Los Angeles. Dal 1971 al 1987 fu direttore dell’Istituto per le Relazioni fra l’Italia e i Paesi dell’Africa, America Latina e Medio Oriente (IPALMO) e visiting professor all’Università di Addis Abeba.

"Una figura di livello internazionale" ricorda il rettore Vilberto Stocchi "che ha contribuito al prestigio dell’Università di Urbino". Le principali pubblicazioni di Calchi Novati, che dal 1969 al 1988 fu direttore della rivista “Politica Internazionale” ne ribadiscono l’impegno costante per il terzo mondo: da L’Africa nera non è indipendente (Edizioni di Comunità, 1964), Decolonizzazione e terzo mondo (Laterza, 1979) fino al più recente L’Africa d’Italia (Carocci, 1911).





Questo è un articolo pubblicato il 02-01-2017 alle 22:37 sul giornale del 03 gennaio 2017 - 394 letture

In questo articolo si parla di urbino, università di urbino, lutto, cordoglio, scienze politiche, gian paolo calchi novati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aE0c