Fermignano, sostituito l’impianto di riscaldamento della scuola primaria e secondaria di primo grado

30/11/2017 - Finanziato il progetto dedicato alla sostituzione della caldaia termica dell’intero complesso scolastico “Donato Bramante “ di Fermignano Capoluogo.

“Un altro bel risultato - dice il Sindaco Emanuele Feduzi - che conferma la validità delle politiche messe in campo in questo anno di Amministrazione, che ha puntato in maniera convinta sulla programmazione pluriennale degli interventi di riqualificazione integrale dell’edilizia scolastica comunale”.

Dopo i lavori appena conclusi, di riqualificazione della Scuola dell’Infanzia, ed i lavori di riqualificazione e di efficientamento energetico dell’Asilo Nido Comunale, si è deciso di intervenire sulla vecchia caldaia della scuola primaria e secondaria di primo grado.

I lavori previsti nelle tre strutture sono stati pensati nell'ambito delle molteplici azioni portate avanti dal Comune in tema di riqualificazione dell'edilizia scolastica, comprensivi di interventi strutturali, adeguamento alle normative antincendio, abbattimento della barriere architettoniche e di riqualificazione termica; ed ammontano ad un totale di circa 330.000 euro: di questi circa 131.000 ottenuti dallo “Sblocca Scuole 2017”, ed in parte tramite contributo da richiedere al “Conto Termico”, con un impegno effettivo da parte del Comune, alla fine della procedura, dedotti i contributi, di circa 170.000 euro.

Un investimento considerevole per gli edifici scolastici della città, che si tradurrà in interventi concreti e innovativi per migliorare sensibilmente la qualità e la modalità con cui viene consumata l’energia, con una previsione di notevoli risparmi energetici ed ambientali che vanno a sommarsi ai grandi lavori di riqualificazione energetica del Palazzetto dello sport.

“Dobbiamo pensare - dice il Sindaco - che l'intero complesso scolastico (scuole medie ed elementari) attualmente è riscaldato da un’ unica centrale termica risalente all'anno 1981, costituita da due caldaie precedentemente funzionanti a gasolio, poi trasformate a metano semplicemente sostituendo il bruciatore. Le caldaie esistenti hanno una potenza termica pari a 610 kW  valore di gran lunga inferiore rispetto la potenza necessaria per riscaldare l'intero complesso, mentre quella che istalleremo avrà una potenza massima di 770kW compensando notevolmente i valori necessari per riscaldare in maniera corretta tutto il plesso”.

Trattandosi di un vecchio impianto, per migliorare l’efficienza della nuova caldaia si è deciso di intervenire nella sostituzione delle vecchie pompe di circolazione con nuove pompe a funzionamento elettronico che avranno un consumo di corrente nettamente inferiore a quelle attualmente in uso.

“La nuova caldaia a condensazione sarà capace di modulare la sua potenza erogata da un minimo di 22 kW (come una normale caldaia di casa) ad un massimo di 770 kW - dice il Sindaco - ed è stata pensata in maniera tale che funzioni anche se parte di essa subisce delle avarie.”

“Quest’anno - dice il Presidente del Consiglio Ubaldo Ragnoni - abbiamo deciso di investire molte risorse del nostro bilancio nelle nostre scuole migliorandone la sicurezza e l’efficientamento energetico. Questi ulteriori 110.000€ ci permetteranno di migliorare la nostra scuola principale, rendendola una scuola più rispettosa dell’ambiente e più confortevole per i nostri alunni.”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11-2017 alle 20:04 sul giornale del 01 dicembre 2017 - 214 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermignano, scuole, manutenzione scolastica, comune di fermignano, scuola primaria e secondaria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPtx