Ferrovia Fano-Urbino, un passo avanti, due indietro

ferrovia fano-urbino 09/12/2017 - Legambiente come tanti, amici e associazioni, che in questi anni si sono impegnati per il ripristino della Ferrovia, pensavano ottimisticamente che fosse stata gettata una pietra miliare fondamentale con le dichiarazioni del Ministro Franceschini e il voto in Parlamento con l’inserimento della tratta Fano-Urbino tra le ferrovie turistiche da riattivare.

Ci ha pensato il consigliere regionale Pd Biancani a riportare tutti alla cruda realtà. Anziché impegnarsi e stringere per fare ulteriori passi avanti in questa direzione, il consigliere Biancani rilancia il progetto della ciclabile, distraendo e spostando attenzione e fondi per un’opera che si rivela inutile ad ogni persona di buon senso.

Infatti se da una parte la legge sulle ferrovie turistiche difenderà l’unità della tratta contro possibili velleità di alcuni sindaci di mettere le mani sui terreni attraversati dalla strada ferrata, -un passo avanti-, dall’altra spostando l’attenzione sulla ciclabile fa fare due passi indietro a tutti coloro che si stanno battendo per il ripristino della ferrovia.

Quello che servirebbe, invece, è concentrare energie, intelligenze e soldi per riattivare la ferrovia.

Ben venga anche una ciclabile purchè non la si faccia sul percorso del treno, come più volte ribadito da Legambiente.

Infatti la ciclabile Fano Urbino sarà percorsa solo da quelle minoranze di ciclisti della domenica e non dalla gran maggioranza dei residenti di cui si chiedono i contributi finanziari, a causa del tracciato impervio, isolato da centri abitati, e quindi sostanzialmente poco sicuro e comodo per la gente comune.

Inoltre Biancani cita delibere dei Consigli comunali di Fano e Fermignano, di cui non abbiamo trovato traccia. Invitiamo il consigliere regionale del Pd nel suo prossimo incontro col Ministro Del Rio a farsi interprete delle volontà e delle esigenze delle comunità locali per riattivare senza indugi la tratta ferroviaria, la carenza principale nella mobilità della provincia.

Questo obiettivo necessita dell’unità delle menti e degli sforzi di tutti, altro servirebbe solo a distrarre l’attenzione e a far perdere la partita più importante.


da Circolo Legambiente Le Cesane-Urbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2017 alle 00:00 sul giornale del 09 dicembre 2017 - 373 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, urbino, legambiente, andrea biancani, Circolo Legambiente \"Le Cesane\" di Urbino, ferrovia fano-urbino, ferrovia val metauro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPIN