Il cordoglio dell'Università di Urbino per la scomparsa di Carlo Pedretti

Il cordoglio dell'Università di Urbino per la scomparsa di Carlo Pedretti 08/01/2018 - L’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo si unisce al cordoglio della famiglia e del mondo della cultura internazionale per la scomparsa di Carlo Pedretti, tra i massimi espetrti mondiali di Leonardo da Vinci, che il 22 ottobre 1998 venne insignito della Laurea Honoris Causa in Lettere dalle mani dell’allora Preside Raffaele Molinelli (nella foto il conferimento nell’Aula Magna del Rettorato).

Alla città di Urbino Pedretti era legato anche in qualità di Direttore del Centro Hammer di Studi Vinciani, strettamente legato alla cattedra che lo studioso ricopriva presso l’Università della California a Los Angeles.

Nato a Casalecchio di Reno nel 1928, Carlo Pedretti si è spento il 5 gennaio nella sua casa di Lamporecchio a Pistoia, dove si era trasferito nel 2013 dopo aver vissuto a lungo negli Stati Uniti. Autore di oltre cinquanta libri e seicento articoli in varie lingue, dedicò all'età di sedici anni il suo primo articolo a Leonardo. Membro della commissione permanente per l'Edizione Nazionale dei Manoscritti e dei Disegni di Leonardo da Vinci, ha ricevuto innumerevoli riconoscimenti nel corso della sua carriera a partire dalla Medaglia d'oro alla Cultura da parte del presidente della Repubblica Italiana nel 1972 e dalla Congressional Citation, ovvero il massimo riconoscimento da parte del governo degli Stati Unitid'America, ottenuto nello stesso anno. Era inoltre professore emerito di storia dell'arte italianapresso l'Università della California a Los Angeles, dove era stato anche titolare della Cattedra di Studi su Leonardo. Risale al 1957 la pubblicazione del suo catalogo dedicato ai frammenti dei disegni di Leonardo alla Royal Librarya Windsor, provenienti dal Codice Atlantico della Biblioteca Ambrosiana di Milano. Poi l'edizione monumentale dei disegni di Leonardo a Windsor (1968-1969), l'edizione dei disegni di Leonardo e della sua cerchia a Firenze (1985), a Torino (l990) e nelle collezioni americane (1993). Le edizioni critiche e facsimilari dei testi di Leonardo di Pedretti comprendono il Codice Hammer(1987), il Libro di Pittura (1995) e anche il Codice Arundel (1998).







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-01-2018 alle 22:56 sul giornale del 09 gennaio 2018 - 334 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, università di urbino, lutto, cordoglio, carlo pedretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQu4