Grande partecipazione all'incontro di presentazione della legge per le Celebrazioni Raffaellesche

Grande partecipazione alla presentazione della legge per le Celebrazioni Raffaellesche 11/01/2018 - Il segretario del PD di Urbino Lorenzo Santi ringrazia i numerosissimi che hanno partecipato con entusiasmo all’incontro di ieri assieme alle parlamentari Fabbri e Morani, all'incontro di presentazione in città della legge nazionale sulle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio.

Tantissimi cittadini sono intervenuti e hanno ascoltato con attenzione le parole del professor Antonio Paolucci, che ha fatto rivivere ai presenti la vita di Raffaello Sanzio. Il Partito Democratico nazionale con la senatrice Camilla Fabbri, la deputata Alessia Morani e il Pd locale che ha seguito tutto l'iter della legge sin dall'inizio, hanno portato con il proprio impegno un risultato positivo e concreto. Il patrimonio artistico che ha lasciato Raffaello Sanzio è un bene comune mondiale e noi tutti ne siamo gli eredi e i custodi. L'anno del cinquecentenario sarà un trampolino di lancio per costruire un percorso che durerà negli anni, come ha ben sottolineato il direttore Peter Aufreiter, che vedrà la città di Urbino tra le tappe turistiche fondamentali di questo percorso.

L’incontro è stato l’occasione anche per congratularsi col presidente dell’Accademia Raffaello Luigi Bravi, appena nominato dal ministro Dario Franceschini nel comitato nazionale per le celebrazioni. Sul fronte dell’impegno del PD Santi sottolinea le iniziative assunte proprio nella stessa giornata in Regione che ha incaricato Raimondo Orsetti, dirigente dell’assessorato cultura, a rappresentare le Marche nel comitato nazionale per le celebrazioni. La Giunta ha anche deciso di formare un comitato regionale a ulteriore sostegno delle attività celebrative. Ancor più interessante la decisione di allestire insieme a Peter Aufreiter una mostra su Raffaello tra ottobre e novembre del 2019 per anticipare quelle che saranno le celebrazioni del 2020, sostenendola anche con adeguate risorse. Santi concorda con Aufreiter nel ritenere che il cinquecentenario della scomparsa del "divin pittore" dovrà rappresentare la pietra angolare per il rilancio stabile e definitivo della nostra città, e si impegna a mettere a disposizione della città e del territorio ogni risorsa ed ogni energia del partito di Urbino.

Rispetto alle dichiarazioni di oggi, il gruppo consiliare del Partito Democratico di Urbino commenta: solo pochi giorni fa tramite la stampa abbiamo invitato il Sindaco ad assumere comportamenti meno aggressivi, più pacati e costruttivi. Speravamo di essere ascoltati. Ma purtroppo ci sbagliavamo: le dichiarazioni come al solito livorose e in cattiva fede non lasciano spazio all’ottimismo. Anche di fronte a Raffaello, Gambini non riesce ad avere un atteggiamento consono al ruolo di Sindaco. Come semplice cittadino urbinate, avrebbe potuto ascoltare un maestro come Antonio Paolucci e beneficiare delle belle emozioni che ci ha fatto vivere attraverso le sue parole. Egli invece si interessa di Raffaello solo quando qualcosa gli fa ombra e dimentica, lui che chiede equilibrio istituzionale tuonando contro il PD, che dovrebbe iniziare ad assumere il profilo istituzionale per il ruolo che oggi ricopre. Ma evidentemente per Gambini sono istituzionali solo le occasioni nelle quali lui può essere il protagonista.

Lorenzo Santi - Segretario PD Urbino
Gruppo consiliare: Piero Sestili, Brunella Calcagnini, Gianfranco Fedrigucci, Maria Clara Muci, Federico Scaramucci







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2018 alle 17:53 sul giornale del 11 gennaio 2018 - 440 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, politica, partito democratico, raffaello sanzio, partito democratico urbino, celebrazioni raffaellesche, cinquecentenario della morte di raffaello sanzio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQBi