Il Natale che non ti aspetti, i numeri di un successo crescente alla BIT di Milano

Il Natale che non ti aspetti, i numeri di un successo crescente alla BIT di Milano 13/02/2018 - L’edizione 2017-2018 del Natale che non ti aspetti, il progetto coordinato dal Comitato provinciale pro loco Pesaro Urbino in collaborazione con Regione Marche e Provincia di Pesaro e Urbino per esaltare le produzioni locali di artigianato artistico ed enogastronomiche è stata un successo, ancora maggiore rispetto all’anno precedente.

E si prepara ad organizzare una nuova edizione all’insegna della valorizzazione del territorio e delle sue tipicità con una interessante proposta: allungare il calendario delle iniziative per coprire un periodo più ampio dell’anno e offrire input turistici in grado di portare sul territorio un flusso sempre crescente di visitatori. Questo è stato il fulcro della presentazione dell’edizione 2018-2019 del Natale che non ti aspetti, tenutasi ieri a Milano presso lo stand istituzionale della Regione Marche nel corso della BIT, Borsa Internazionale del Turismo, alla presenza tra le altre istituzioni dell'Assessore Regionale al Turismo Moreno Pieroni che da sempre ha creduto e sostenuto il progetto del “Natale che non ti aspetti”.

Ad esprimere piena soddisfazione sia per i risultati pregressi che per le ambizioni future è il Presidente della UNPLI Pesaro Urbino Damiano Bartocetti, che coglie l’occasione per “ringraziare la Regione Marche dell’invito presso lo stand istituzionale alla Bit per presentare il progetto Natale che non ti aspetti 2018-2019. Un chiaro esempio di come l’unione tra Pro Loco, grazie all'impegno e al lavoro dei volontari possa contribuire a valorizzare tutto il territorio. E di come esse possano rappresentare un valore sociale”.

Concorde sul valore delle Pro Loco nella promozione territoriale è anche il vicepresidente del Consiglio della Regione Marche Renato Claudio Minardi: “Natale che non ti aspetti è stata una straordinaria intuizione avuta anni fa quando ero Assessore al Turismo della Provincia di Pesaro e Urbino. Abbiamo provato a mettere in rete tutte le iniziative sul Natale che si svolgono sul territorio, a promuoverle insieme e non singolarmente e facendo anche investimenti di risorse per fare promozione. Grazie al lavoro congiunto delle Proloco e dei Comuni è così nato un vero e proprio Brand. Grazie a UNPLI provinciale è stato svolto un importante lavoro perché il progetto fosse riconosciuto dalla Regione Marche e così è stato: abbiamo scelto di finanziarlo affinché fosse promosso a livello nazionale e diventasse un punto di riferimento per il turismo nel periodo natalizio. Quello che inizialmente era nato come brand complementare ai mercatini del Nord Italia, è cresciuto così tanto che ora è diventato esso stesso un riferimento per il Natale”.

A confermare l’importanza che sta assumendo nel calendario delle iniziative natalizie tale manifestazione sono i numeri: nell’edizione da poco terminata gli eventi diffusi sul territorio del Natale che non ti aspetti hanno richiamato da fine novembre all’Epifania oltre 260.000 visitatori e centinaia di pullman turistici. “Una sfida su cui lavoriamo - ha aggiunto Minardi - è questa: vorremo cercare di allungare il periodo del Natale inserendoci anche le manifestazioni enogastronomiche sul tartufo che si svolgono in Provincia a partire dal 1 ottobre. Promossa adeguatamente a livello nazionale, se si crea un calendario con una destinazione turistica diversa da visitare in ogni weekend, questa formula può diventare un grande volano per l’economia”.

L’offerta del territorio tuttavia non si esaurisce con le natalogie e l’enogastronomia ma può contare su una interessante lista di luoghi suggestivi da visitare: borghi, castelli e rocche in primis. Ma anche su un lungo calendario di eventi certificati e autorizzati dalla SIAE: si calcola infatti che siano oltre 30.000. A fornire questo dato è il Presidente Nazionale UNPLI Antonio La Spina il quale ha sottolineato che “la presenza delle Proloco alla BIT rappresenta una occasione importante per presentare tutte le attività che si fanno nei vari territori, mettersi in mostra e far capire quanto sia rilevante il ruolo del volontariato per la promozione e valorizzazione turistica”. Un mondo dunque che va a favorire la fruizione dei luoghi, a destagionalizzare e creare un prodotto turistico che ha una sua essenza sostanziale nella promozione dei vari siti locali. “Dal punto di vista economico - continua La Spina - sono convinto che i dati che vengono sviluppati dal movimento delle proloco siano numeri importanti. Pensiamo a quante persone si muovono per ciascun evento e quanto lasciano in termini di consumi sul territorio”.

L’edizione del Natale che non ti aspetti che si è conclusa poche settimane fa ha visto coinvolte le Pro Loco di otto realtà: Candelara, Fano, Frontone, Mombaroccio, Pergola, Pesaro, Urbania e Urbino. Ciascuna con la propria identità, ma accomunata dalla presenza di mercatini di artigianato artistico, animazione per grandi e piccini, musica, spettacoli ed eccellenze enogastronomiche.


da Unione Nazionale Pro Loco d'Italia
Comitato Provinciale di Pesaro-Urbino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2018 alle 00:00 sul giornale del 13 febbraio 2018 - 234 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, urbino, frontone, urbania, unione nazionale pro loco italiane, unpli, borsa internazionale del turismo, bit milano, il natale che non ti aspetti, bit 2018

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRCT