Lega: "Abbiamo stravinto in provincia di Pesaro e Urbino e siamo pronti ad amministrare le sue città"

Salvini Lega Nord 09/03/2018 - La Lega stravince in provincia di Pesaro e vorrei ringraziare uno ad uno i 35.073 elettori che ci hanno votato alla Camera in questa tornata elettorale.

Abbiamo più che raddoppiato i voti rispetto alle Regionali 2015 dove avevamo eletto 3 consiglieri regionali; ora avremmo 2 senatori, considerando anche la sen. Anna Cinzia Bonfrisco che si è battuta come una leonessa nel collegio uninominale di Pesaro arrivando seconda ed eletta nel Lazio, e 3 deputati tra cui l’on. Luca Rodolfo Paolini di Fano. Un risultato straordinario che ci regala in provincia un deputato e una senatrice.

La vittoria non è certo da attribuirsi alla paura dei migranti, come alcuni analisti hanno scritto in questi giorni sui quotidiani. A Borgo Santa Maria (PU), nonostante le forti proteste dei residenti che per mesi hanno riempito i giornali contro l’arrivo di 80 nuovi profughi , la Lega ha preso voti come nella media dei seggi di Pesaro senza alcun picco come invece registrato a Candelara, Ginestreto e Muraglia dove si è sfondato il 21% dei consensi. Non parliamo dell’entroterra dove in moltissimi comuni abbiamo superato ampiamente il 20% con voti più che triplicati rispetto alle elezioni regionali.

La Lega è stata premiata per la sua volontà di risolvere i problemi economici e del lavoro, oltre a quelli della sicurezza, della giustizia ma anche per il grande sforzo di riportare i temi della natalità e del suo sostegno in modo da aiutare le giovani famiglie. E proprio i giovani ci hanno premiato avendo raccolto percentualmente in certe aree più voti alla camera che non al senato.

Analizzando anche i voti dei due comuni in provincia amministrati dai 5 stelle, non possiamo che notare che hanno perso rispetto alle elezioni comunali 1.005 voti a Fossombrone e 588 voti a Montelabbate ovvero, più di un terzo dei loro elettori non li ha rivotati. Evidentemente, dopo aver visto la loro incapacità amministrativa l’elettore ha deciso di non dar loro più fiducia.

Questo terremoto politico che ha spostato così tanti consensi verso il nostro progetto ha evidenziato ancor di più che quanto stiamo facendo è nella direzione giusta. Ma il lavoro in provincia è ancora tanto, i problemi economici e sociali sono irrisolti, il nostro territorio e le Marche non riescono ancora a risollevarsi e per questo, dopo i giusti festeggiamenti, abbiamo già ripreso a lavorare “pancia a terra” per le prossime amministrative che spero ci consegnino le città di Pesaro e Fano oltre che molti centri nell’entroterra per una vera rivoluzione, dopo 70 anni di governi di sinistra che ci hanno lasciato solo macerie, povertà, incertezza e disoccupazione.

E a nome di tutti i nostri militanti, sostenitori, amici e simpatizzanti della Lega vi ringrazio ancora per la grande passione che avete espresso nell’urna , e vi invito a partecipare al rilancio delle nostre comunità per fare anche in provincia di Pesaro quella Rivoluzione del Buonsenso che Salvini ha appena iniziato in Italia.

Grazie di cuore.


da Lodovico Doglioni
Segretario provinciale Lega Pesaro Urbino




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2018 alle 00:00 sul giornale del 09 marzo 2018 - 461 letture

In questo articolo si parla di urbino, politica, pesaro, lega, analisi del voto, lodovico doglioni, elezioni politiche 2018, elezioni 2018, Salvini Lega Nord

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSse