Valorizzare paesi e borghi, tra tradizione e modernità, si è svolta a Piobbico l'annuale assemblea delle Pro Loco

Valorizzare paesi e borghi, tra tradizione e modernità, al Castello Brancaleoni di Piobbico l'annuale assemblea delle Pro Loco 09/04/2018 - Nella stupenda cornice del Castello Brancaleoni di Piobbico si è svolta l’assemblea annuale del Comitato provinciale Unpli (Unione nazionale Pro loco d’Italia), a cui hanno partecipato i rappresentanti di ben 47 pro loco sulle 64 presenti nella provincia di Pesaro e Urbino, oltre a numerose autorità tra cui il prefetto Carla Cincarilli, il questore Adriano Lauro, il comandante provinciale dei vigili del fuoco Eugenio Barisano, il comandante dei carabinieri di Urbino Francesca Baldacci, il vice presidente del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi, il consigliere della Provincia e del Comune di Piobbico Lamberto Merendoni, a testimonianza dell’importante ruolo svolto dalle pro loco sul territorio.

Come ricordato dal presidente provinciale Unpli Damiano Bartocetti “sono circa 8mila i volontari che operano nelle pro loco della provincia mettendo a disposizione tempo ed energie nell’organizzazione di eventi, nella partecipazione attiva e nell’accoglienza, facendo vivere paesi e borghi e valorizzando le tradizioni e le specificità locali”. Tante le iniziative promosse nel 2017, a partire dall’opportunità offerta ai giovani di svolgere il servizio civile al loro interno, grazie ad una formazione su accoglienza turistica, gestione degli eventi, promozione social delle pro loco e loro attività. Bartocetti ha anche ricordato la convenzione con l’istituto agrario “Cecchi” per l’alternanza scuola lavoro e la partecipazione dell’Unpli, con uno stand informativo, ai Campionati del mondo di ginnastica ritmica svoltisi a Pesaro. Un ruolo fondamentale è stato svolto nel progetto “Il Natale che non ti aspetti”, mettendo in rete 14 eventi natalizi del territorio provinciale e garantendo visibilità nazionale con importanti ricadute turistiche ed economiche. Tra le altre attività, il gemellaggio (primo in Italia) con le sezioni provinciali dell’Associazione nazionale carabinieri per attività di utilità sociale e culturale e gli incontri con i vertici di Confesercenti e Confcommercio Pesaro e Urbino per individuare progetti comuni di valorizzazione del territorio e di collegamento tra eventi della costa e dell’entroterra. Un fermento, quello dell’Unpli, che ha visto nel 2017 la nascita di una nuova pro loco (Secchiano di Cagli) e l’adesione di altre due al Comitato provinciale. Ultimo, ma non ultimo, il rinnovato sito internet www.unplipesarourbino.it, con notizie utili sul territorio, sugli eventi e sulle attività.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2018 alle 19:40 sul giornale del 10 aprile 2018 - 220 letture

In questo articolo si parla di attualità, piobbico, unione nazionale pro loco italiane, unpli, castello brancaleoni, assemblea annuale unpli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTrn