Cagli, appello dell'UDC a Marche Multiservizi: "Migliorare l'informazione sulla corretta applicazione della raccolta differenziata"

11/06/2018 - In occasione della conferenza stampa pubblica tenuta lo scorso mercoledì 6 nel prestigioso Salone degli stemmi del Comune di Cagli alla presenza dell’Amministratore delegato di Marche Multiservizi, del Presidente della Provincia e dei Sindaci del territorio e vari cittadini per la consegna del sito della vecchia discarica di Cà Guglielmo ormai bonificata il Presidente provinciale dell’Udc Marcello Mei aveva colto l’opportunità per rivolgere pubblicamente al rappresentante di Marche Multiservizi Tiviroli l’invito a potenziare iniziative per la sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza al fine di evitare comportamenti sbagliati nel conferimento dei rifiuti nei cassonetti.

A seguito di questo intervento la sezione UDC di Cagli prende spunto e si associa alla richiesta rivolgendo un pubblico appello a Marche Multiservizi e Comune per sollecitare iniziative volte ad una migliore informazione dei cittadini sulla corretta applicazione da parte degli utenti della raccolta differenziata.

Nei cassonetti è possibile vedere come spesso il materiale organico viene depositato in sacchetti di normale plastica non compostabile oppure carta depositata però all’interno di involucri plastici o scatoloni di cartone che non essendo appositamente schiacciati ingombrano i cassonetti e vari altri comportamenti criticabili che vanificano in parte le corrette modalità di differenziazione dei materiali attuate invece dalla maggior parte dei cittadini i quali dimostrano di aver capito l’importanza di comportamenti che vanno in direzione di tutela dell’ambiente.

Spesso è possibile vedere purtroppo anche materiali più o meno ingombranti come seggiole, materassi, apparecchi tv o altro appoggiati a terra vicino ai cassonetti se non addirittura gettati nei fossi vicino le strade di campagna mentre vi è la possibilità di conferire questi rifiuti direttamente al centro di raccolta di Smirra oppure chiedere addirittura l’intervento di MMS a domicilio in particolare nei casi in cui il materiale sia in quantità maggiore.

In questo caso però l’Udc di Cagli rivolge una critica a Marche Multiservizi e sollecita una migliore segnalazione del sito di Smirra non essendo presenti nemmeno appositi segnali stradali che lo indichino cosa che potrebbe essere fatta con pochissima spesa oppure segnalando meglio tale possibilità anche con appositi cartelli vicino le varie piazzole di conferimento.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2018 alle 00:00 sul giornale del 11 giugno 2018 - 201 letture

In questo articolo si parla di attualità, raccolta differenziata, udc, cagli, marche multiservizi, udc cagli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aVtm