"Raffaello, Vitruvio e l’antico”, venerdì appuntamento alla Casa Natale di Raffaello

"Raffaello, Vitruvio e l’antico”, venerdì appuntamento alla Casa Natale di Raffaello 12/06/2018 - “Raffaello, Vitruvio e l’antico”, questo il tema del prossimo appuntamento della serie “Vitruvio e...” che il Centro Studi Vitruviani, con la collaborazione dell’Accademia Raffaello, organizza a Urbino per venerdì 15 giugno 2018, alle ore 17,30, presso la Casa Natale di Raffaello.

Raffaello fu un grande innamorato delle antichità greco-romane e, come architetto e pittore, ebbe a misurarsi costantemente con quei modelli; fece anche di più, ne studiò le fonti, facendosi tradurre il De Architectura di Vitruvio da Fabio Calvo.

A parlarci della passione di Raffaello per l’antico e del suo rapporto con Vitruvio, da lui indicato come maestro, sarà il professor HOWARD BURNS, della Scuola Normale Superiore di Pisa.

L’incontro, introdotto dal Presidente dell’Accademia Raffaello, prof. Luigi Bravi, sarà moderato dal prof. Francesco Paolo Di Teodoro, curatore della nostra rassegna e già protagonista del primo incontro, di qualche mese fa, dedicato sempre a Vitruvio e Raffaello, cui sono seguiti poi quelli su Vitruvio e Bramante, con Jens Niebaum, e quello recente su Vitruvio e G.B. da Sangallo, con Ingrid D. Rowland.

Continua così l’impegno del Centro Studi Vitruviani, che proseguirà dopo l’estate, per far emergere sempre più il ruolo che Vitruvio ha avuto nel Rinascimento e nello sviluppo della civiltà occidentale.

Prof. Howard Burns, Scuola Normale di Pisa. Laureato in Storia (antica e moderna) all’Università di Cambridge nel 1961 è stato Fellow di King’s College a Cambridge. È stato poi docente di storia dell’arte e dell’architettura al Courtauld Institute di Londra, Slade Professor of Fine Art presso la University of Cambridge e Professorial Fellow al King’s College.
Ha ricoperto la carica di Professor ordinario of Architecture, Robert C. and Marian K. Weinberg Professor of Architecture alla Harvard University e professore ordinario di storia dell’architettura all’Università di Ferrara.
E’ stato fellow alla Villa I Tati a Firenze, professore presso l’Università IUAV di Venezia, Visiting Professor al MIT e Senior Lecturer in the History of Architecture alla Harvard University.
Ha tenuto corsi e seminari a Cambridge, Londra, negli Stati Uniti e in Italia, spesso in collaborazione con altri studiosi tra cui Anthony Blunt, John Shearman, Micheal Hirst, Gü lru Necipoglu, Manfredo Tafuri, James Ackerman, Jorge Silvetti, William J. Mitchell.
Ha avuto un ruolo di rilievo nell’organizzazione delle seguenti mostre: Palladio e l’Europa del Nord , (Vicenza, 1999); John Soane Architetto , 2000; John Soane e i Ponti di Legno in Svizzera , 2002, e nella preparazione della mostra Andrea Palladio e la Villa Veneta da Petrarca a Carlo Scarpa (marzo-luglio 2005).
Ha inoltre collaborato all’organizzazione di varie mostre su Palladio in Italia e all’estero, oltre che su Raffaello, Giulio Romano e Francesco Giorgio.
Dal 1995 è Presidente del Consiglio Scientifico del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio a Vicenza.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-06-2018 alle 00:00 sul giornale del 12 giugno 2018 - 227 letture

In questo articolo si parla di cultura, fano, urbino, raffaello sanzio, centro studi vitruviani, casa natale di raffaello

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aVvQ