Salute mentale, torna l'(H)-Open Day di ONDA all'Ospedale di Urbino

05/10/2018 - Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere torna a parlare di salute mentale lanciando la quinta edizione dell’(H)-Open day dedicato alle donne che soffrono di disturbi psichici, neurologici e del comportamento, in occasione della Giornata Mondiale della salute mentale che si celebra il 10 ottobre.

Le oltre 120 strutture aderenti al progetto su tutto il territorio nazionale apriranno le porte alla popolazione femminile con consulenze, colloqui, conferenze e info point dedicati alla salute mentale.

L’obiettivo è sensibilizzare la popolazione sull’importanza della diagnosi precoce e favorire l’accesso alle cure, aiutando a superare pregiudizio, stigma e paure legate alle malattie psichiche.

Per questa ragione l’AV1 con l’Ospedale di Urbino aderisce con un seminario aperto alla cittadinanza in cui si parlerà di ansia e depressione nel genere femminile, disturbi che colpiscono principalmente la donna sia per fattori ormonali sia per una maggior consapevolezza delle proprie emozioni.

La conferenza, che si terrà il 10 ottobre dalle ore 15,00 alle ore 17,00, presso la Sala Riunioni sarà condotta dal Dr. Leonardo Badioli, Direttore della U.O. di Psichiatria dell’ Ospedale di Urbino, che afferisce al Dipartimento di Salute Mentale dell’ASUR Marche - AV1 diretto dal Dr. Leo Mencarelli.

L’(H)-Open day salute mentale gode del Patrocinio della Società Italiana di Psichiatria (SIP), della Società Italiana di Neuropsicofarmacologia (SINPF) e della Società Italiana di Psichiatria Geriatrica (SIPG) ed è reso possibile anche grazie al contributo incondizionato di Janssen, Lundbeck e Neomesia.

“Un recente studio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità”, afferma Francesca Merzagora, Presidente Onda. “rileva che un dollaro investito per migliorare il trattamento delle più comuni patologie psichiche, quali ansia e depressione, porta un ritorno di 4 dollari in termini di salute e migliori capacità di lavoro. Onda, propone la 5a edizione di un Open day legato alla salute mentale che coinvolgerà oltre 120 ospedali italiani per sensibilizzare la popolazione sulle principali patologie legate alla mente e avvicinarla agli strumenti e ai servizi di cura presenti sul territorio. Visite specialistiche gratuite, consulti, conferenze, test di valutazione e info point presso gli ospedali aderenti all’iniziativa, offriranno lo spunto per affrontare le patologie mentali con minore stigma e paura nell’interesse del singolo e della collettività. L’obiettivo di questa iniziativa, che lo scorso anno ha consentito l’offerta di oltre 500 servizi gratuiti, è proprio avvicinare alle cure i pazienti”.

“I disturbi mentali”, continua Claudio Mencacci, Presidente Comitato Tecnico Scientifico di Onda, “sono in aumento nelle nuove generazioni: le trasformazioni sociali e l'ipertecnologizzazione, l'aumento degli stimoli, hanno un impatto forte nell’amplificare l'esposizione a stress emotivi e affettivi. Il cervello delle nuove generazioni, perennemente stimolato da immagini e informazioni, oltre a ricevere opportunità e apprendimenti, può anche sentirsi sotto attacco. Fondamentale l'attività di prevenzione per i giovani che hanno genitori o familiari con disturbi bipolari e depressione per un adeguato screening, monitoraggio e supporto a stili di vita sani durante il periodo dell’adolescenza e della transizione alla vita adulta. Bisogna che i giovani che mostrano segni di sofferenza psichica possano essere aiutati per tempo con competenza e passione”.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.bollinirosa.it o inviare una e-mail a segreteria@bollinirosa.it.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-10-2018 alle 16:10 sul giornale del 06 ottobre 2018 - 285 letture

In questo articolo si parla di sanità, urbino, asur, asur marche, onda, ospedale di urbino, area vasta 1, (h)open day, osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aY6E