XIX Giornata Europea della Cultura Ebraica, gli eventi a Urbino e nelle Marche

XIX Giornata Europea della Cultura Ebraica, gli eventi a Urbino e nelle Marche 09/10/2018 - Domenica 14 ottobre 2018 torna la Giornata Europea della Cultura Ebraica, la manifestazione che invita a conoscere e approfondire storia, tradizioni e cultura degli ebrei, minoranza presente nel Paese da oltre duemila anni.

Coordinata e promossa in Italia dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e giunta alla diciannovesima edizione, la Giornata propone anche quest’anno un fitto programma di iniziative, ancor più diffuse sul territorio.

Hanno infatti raggiunto la ragguardevole cifra di ottantasette le località, grandi o piccole, distribuite in quindici regioni italiane, che aderiscono alla manifestazione e nelle quali si svolgeranno centinaia di attività tra visite guidate a sinagoghe, musei e quartieri ebraici, concerti e mostre d’arte, spettacoli teatrali e incontri di approfondimento, eventi per bambini e assaggi di cucina kasher.

Un tema inedito farà da fil rouge tra tutti gli eventi: ‘Storytelling. Le storie siamo noi’.
Un richiamo alle radici stesse dell’ebraismo, che affondano nelle ‘storiÈ narrate nella Torah, la Bibbia ebraica, patrimonio di tutta l’umanità. Un argomento che sarà declinato in modi e forme espressive molto diverse, per raccontare l’atto del narrare da un punto di vista ebraico.

Nelle MARCHE sono previste iniziative in cinque località: ANCONA, FANO, PESARO, URBINO, JESI.

Ad ANCONA si terranno visite guidate nella Sinagoga (Via Astagno, 10), dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00.
Alle 18.00, all'Auditorium della Mole Vanvitelliana (Banchina N. Sauro) andrà in scena lo spettacolo dell'artista e cantante Eyal Lerner “Il Bignami di Mosè”, in cui si raccontano la storia e le tradizioni orali e musicali del popolo ebraico.
Per maggiori informazioni, Tel. 071.202208, Email. comeban@gmail.com.

Eventi anche a FANO, dove l’Assessorato alla Cultura ha organizzato un incontro pubblico, presso la Sala Verdi del Teatro della Fortuna (Piazza XX settembre, 1), con Vittorio Robiati Bendaud, Coordinatore del Tribunale rabbinico del centro-nord Italia, che accompagnerà i pubblico in un viaggio nella lingua ebraica, raccontando inoltre di uno dei più eminenti rabbini mai esistiti, Menachem Azaryah da Fano (fanese di nascita, morto a Mantova). La narrazione di Robiati sarà accompagnata dai canti, in lingua ebraica e ladina, di Frida Neri ed Anissa Gouizi e s’intreccerà alle letture di alcuni passi dei testi biblici a cura di Agnese Giacomoni e della giovane Emilia Claudi.
Sara Cucchiarini, Consigliera comunale della Commissione cultura, condurrà l’evento che sarà aperto dai saluti istituzionali del Vicesindaco Assessore alla Cultura, Stefano Marchegiani, e da quelli del Vicepresidente della Comunità Ebraica di Ancona, Remo Morpurgo.
Per maggiori informazioni, Mail. sacumada@gmail.com o sara.cucchiarini@pecitaly.it.

Visite guidate anche a PESARO dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00 nella Sinagoga di Via delle Scuole. Sarà inoltre visitabile l'antico cimitero ebraico (strada Panoramica San Bartolo, 161), dalle 10.00 alle 12.00.
Accanto alle aperture dei due luoghi cittadini della cultura ebraica, viene proposto un percorso lungo il centro storico alla scoperta di una serie di edifici storici del XVII secolo, e che include la sinagoga come approdo finale; il percorso viene proposto con i seguenti orari: 9.30, 11.30, 15 e 17.
L’iniziativa è a cura del FAI/delegazione di Pesaro Urbino. Le iniziative di Pesaro sono promosse da: Comune di Pesaro/Assessorato alla Bellezza, Sistema Museo, FAI Fondo per l’Ambiente Italiano/Delegazione di Pesaro Urbino, Ente Parco Naturale Monte San Bartolo.
Per maggiori informazioni, Tel. 071 202208, Email. comeban@gmail.com.

Anche a URBINO, apertura della Sinagoga (Via Stretta) dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00.
Alle 16.30, in Sinagoga, conferenza del teologo Vittorio Robiati Bendaud sui rapporti tra ebraismo a islam.
Per maggiori informazioni, Tel. 071 202208, Email. comeban@gmail.com.

Infine, visite guidare all'antico ghetto sono previste anche a JESI (ritrovo in Piazza della Repubblica, 4), primo turno ore 16.30, secondo turno ore 18.00. Per maggiori informazioni, Tel. 339 2423239, Email: centrostoricodijesi@gmail.com.

Città capofila, e luogo dove si inaugura ufficialmente la manifestazione, è quest’anno Genova, nella quale risiede una comunità ebraica vivace e perfettamente integrata nel tessuto cittadino.
Una scelta avvenuta prima dell’estate e della tragedia del crollo del Ponte Morandi, e che viene oggi confermata, nell’intenzione di lanciare un messaggio positivo, di fiducia.

“La città ferita non si arrende e guarda al futuro, consapevole della sua lunga e proficua storia di incontro e dialogo”, dichiara Noemi Di Segni, presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. “Una città che, dopo le drammatiche vicende di questa estate, è sempre più al centro dei nostri pensieri e soprattutto dei nostri impegni concreti”.

La Giornata Europea della Cultura Ebraica gode del Patrocinio del Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, del Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani. È inoltre riconosciuta dal Consiglio d’Europa.


da U.C.E.I.
Unione delle Comunità Ebraiche Italiane




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2018 alle 00:00 sul giornale del 09 ottobre 2018 - 283 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, urbino, jesi, ancona, pesaro, giornata europea della cultura ebraica, cultura ebraica, ebraismo, unione delle comunità ebraiche italiane, ucei

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZbH