Coltivazione di funghi allucinogeni, denunciato un ventiquattrenne urbinate

funghi allucinogeni| 01/12/2018 - Denunciato in stato di libertà un operaio di 24 anni, residente a Urbino, per detenzione e coltivazione di funghi allucinogeni.

A seguito di una perquisizione, effettuata dagli agenti del Commissariato di Urbino coordinati dal Sostituto Procuratore dott.ssa Irene Lilliu, all’interno dell’abitazione del giovane, è stata rinvenuta una coltivazione di funghi allucinogeni del tipo “psilocybe cubensis”, costituita da “fungaie” artigianali, attrezzate con tappetini elettrici riscaldanti, utilizzati per favorire la crescita delle spore.

Contestualmente inoltre sono stati rinvenuti e sequestrati 19 grammi di funghi essiccati del medesimo tipo, un vasetto contenente una piantina dagli effetti allucinogeni conosciuta come “peyote” e altri piccoli quantitativi di trito allucinogeno essiccato.

L’attività di contrasto della Polizia di Stato al fenomeno al traffico di sostanze stupefacenti nel territorio urbinate prosegue, quindi, con intensità anche con riferimento alle cc.dd. “notti del giovedì”, per le quali continueranno ad essere predisposti specifici controlli congiuntamente alle altre Forze dell’Ordine. A tale riguardo, anche nell’ultimo giovedì sono state contestate 4 sanzioni per l’inosservanza dell’ordinanza comunale sull’alcool nel centro storico e due sanzioni a persone trovate a fumare all’interno di un locale pubblico, nonostante il vigente divieto.





Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2018 alle 15:03 sul giornale del 01 dicembre 2018 - 986 letture

In questo articolo si parla di cronaca, urbino, spaccio, sostanze stupefacenti, funghi allucinogeni, articolo, antonio mancino, denunica in stato di libertà

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1Yt