Cambia il comandante della Polizia Municipale, PU-NBC: "Su di lui scaricate le responsabilità dell’assessore Guidi"

polizia municipale 04/02/2019 - “A pensar male si fa peccato”, diceva Andreotti, ma non è neppure il caso di scomodarlo per evidenziare ciò che probabilmente balza agli occhi di tutti gli urbinati:

Il defenestramento del Comandante della Polizia Municipale, per quanto non ci siano noti i dettagli delle motivazioni che hanno cagionato il provvedimento, è una chiara mossa politica di Gambini che a pochi mesi dalle elezioni ha pensato bene di sottrarre il suo assessore Massimo Guidi dalle pesanti responsabilità che sono sulle sue spalle, in particolare la ben nota questione delle multe causate dalla scadenza dei permessi di accesso al centro storico che hanno causato danni per migliaia di euro a centinaia di cittadini e commercianti. Un gesto pavido da parte di chi ha la responsabilità politica e amministrativa di ciò che accade sotto la sua competenza e deve farsene carico nel bene e nel male, perché le disfunzioni non sanate di un settore ricadono sugli amministratori, in questo caso Guidi, che dovrebbero assumersene appunto la piena responsabilità politica e le relative conseguenze.

Ma forse la nobiltà d’animo non appartiene a questa amministrazione, tanto più che Guidi sapeva ciò che sarebbe accaduto ai cittadini a seguito del mancato rinnovo dei permessi, ma si guardò bene dal mettere in atto perfino una operazione a costo zero quale sarebbe stato un comunicato stampa o un avviso sul sito del comune. Ma, nonostante la presenza di due giornalisti nello staff del sindaco, l’assenza di qualsiasi capacità comunicativa di questa amministrazione è ben nota ai cittadini e allo stesso assessore Guidi: guarda caso è sempre lui, l’assessore-highlander che dal 1998 si occupa di Urbino Città Unesco senza esser stato capace di portare un solo turista in più a Urbino in questi venti anni, mentre tutte le altre città Unesco esplodono e hanno il problema dell’eccesso di turisti ma vivono e si ripopolano grazie a questa prodigiosa fonte di reddito per cittadini e commercianti. Dunque una meschina operazione preelettorale che però deve preoccupare tutti i cittadini, i quali rischiano di doversi accollare altri 5 anni di questo disastroso assessore e di questo sindaco che lo asseconda.


da Prospettiva Urbino - Nel Bene Comune





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-02-2019 alle 20:18 sul giornale del 04 febbraio 2019 - 1666 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia municipale, urbino, politica, prospettiva urbino, nel bene comune, massimo guidi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3X3