"Confessione di una sconfitta", Francesca Brugnettini commenta il risultato de I Moderati per Urbino

francesca brugnettini 1' di lettura 28/05/2019 - Confessione di una sconfitta. La mia piccola lista “I Moderati per Urbino” ha avuto la bellezza di 18 voti. L’ho creata un mese prima di queste elezioni ed ho provato a mettere ragionevoli e ragionate proposte per migliorare richiami turistici di Urbino, per favorire l’artigianato artistico e per la tutela, non solo sanitaria, degli anziani e dei disabili.

Nel tumulto delle liste di personaggi da tempo più noti e, tuttavia, non così esemplari, i miei candidati non hanno potuto compiere i percorsi promozionali necessari. Non sono per nulla turbata. Ma ho capito che in Urbino, le proposte politiche non possono, almeno per ora, avere “madrine” in buona fede come me. Già! Ci sono i vecchi padrini che detengono poteri e diffondono favori. Così è un po’ dura farsi avanti con buoni fini senza cattivi mezzi.

Ma ritengo, ancora, che la mia buona volontà di mettere insieme moderati, cattolici e scontenti di varie provenienze politiche, dovesse trovare ben altro ascolto: non c’è stato! Troppo alto il chiasso, di gentil uomini e gentil donne che per quanto dispensatori e dispensatrici di promesse programmatiche mai giunte a buon fine, ha coperto le buone voci della mia parte.

Così la mia barca depone i remi. A meno che, non ne alzi altri, ideali, per darli in testa a chi li meriterebbe e li meriterà, di certo, per avere promesso “grandi cose” ma durante il cammino averne mantenute poche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-05-2019 alle 17:29 sul giornale del 28 maggio 2019 - 936 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, politica, francesca brugnettini, elezioni 2019, i moderati per urbino, comunali urbino 2019, post voto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a71G