Sostegno ai terremotati, l'iniziativa del Centro Don Sturzo di Cagli dà i primi frutti

1' di lettura 12/06/2019 - L’iniziativa promossa dal Centro Don Sturzo di Cagli di diffondere un appello per aiutare concretamente le Marche colpite dal terremoto del 2016, sta già raccogliendo i primi consensi.

La locandina fatta circolare sui social mette in evidenza l’importanza anche di piccoli gesti di singoli o gruppi, i quali sono invitati a trascorrere qualche giorno di vacanza o organizzare delle gite nei luoghi colpiti dal terremoto, con l’intento di aiutare le popolazioni a riacquistare una normalità perduta e dare allo stesso tempo un piccolo contributo economico all’economia di quei luoghi, frequentando le attività commerciali come bar, ristoranti, gelaterie, B&B, musei e altro ancora.

Tra le decine di comuni del cratere ve ne sono tantissimi che non hanno avuto crolli disastrosi, ma in molti casi lesioni ad edifici ora chiusi o che stanno riaprendo dopo i lavori di consolidamento, luoghi pieni di storia, monumenti, piazze e chiese che meritano di essere visitati e dove si trovano locali che hanno ripreso l’attività di ristorazione ed aspettano solo di lavorare come prima del sisma.

Per ulteriori informazioni e rimanere aggiornati pagina fb Centro Don Sturzo - Cagli - PU.






Questo è un articolo pubblicato il 12-06-2019 alle 10:00 sul giornale del 12 giugno 2019 - 134 letture

In questo articolo si parla di cultura, cagli, articolo, terremoto centro italia, terremoto 2016, Simone Giacomucci, centro don sturzo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8v8





logoEV