Discarica di Ca' Lucio, M5S Urbino: "Scandaloso che a volerla riaprire sia stato proprio il sindaco"

2' di lettura 07/09/2019 - Quello che vi avevamo segnalato, e in qualche modo pronosticato mesi fa, puntualmente si è avverato: hanno riaperto la Discarica di Ca Lucio, nonostante una Sentenza del Consiglio di Stato che ne aveva disposto la chiusura.

La cosa scandalosa di questa storia è il fatto che a volerla riaprire è stato proprio il Sindaco e il suo manipolo di fidati, con una motivazione che assume tinte surreali se non fosse che è realtà: la riaprono per chiuderla definitivamente, cioè quando il paradosso si materializza nelle scelte disgraziate di un gruppo di persone che governano. Gruppo che tra l’altro ha trovato, questo va denunciato, un riscontro elettorale proprio fra i residenti di Montesoffio, che hanno scelto di affidarsi al loro carceriere (sindrome di Stoccolma). Pensano che sia per 4 anni, come promesso dal Sindaco e dal Presidente della Provincia Paolini, l’altro esecutore materiale dei voleri di MarcheMultiservizi ma, molto probabilmente e lo scopriranno sulla loro pelle, questo non avverrà poiché, se è plausibile credere all’interruzione dell’interramento dei rifiuti, riteniamo che il sito di per se continuerà ad operare: ricordatevi che ci sono installati macchinari e strumentazione a supporto della gestione provinciale dei rifiuti, e non crediamo proprio che MarcheMultiservizi decida di smettere di utilizzare strutture e impianti che sono costati milioni di euro. Per cui prevediamo (e fin’ora ci abbiamo preso) che le attività, extra chiusura, all’interno di Ca Lucio proseguiranno per molti, molti anni. Ma tanto Gambini mica sarà più Sindaco quando ciò si concretizzerà.

A questo vanno aggiunti i segnali che si mandano ai cittadini, due in particolare: da una parte il salvacondotta agli amministratori provinciali che nel 2013 avvallarono ingiustamente l’ampliamento, ricordiamo Ricci e Seri (sindaci di Pesaro e Fano), Minardi (Consigliere regionale PD) e Galluzzi (Presidente di MMS); dall’altra direttamente ai cittadini: continuate pure a produrre rifiuti, che in un modo o nell’altro la tradizionale furberia italiana puntualmente si materializza: fatta la legge, gabbato lo Santo.

Infine confidiamo, in realtà speranza effimera visto che nulla hanno fatto fino ad ora riguardo il caso che abbiamo sollevato settimane fa della mancata ordinanza del Sindaco sulla crisi idrica, nel ruolo delle opposizioni presenti in Consiglio: saranno complici o prenderanno le distanze dal Sindaco e MarcheMultiservizi?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2019 alle 17:19 sul giornale del 07 settembre 2019 - 677 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, politica, Movimento 5 Stelle, M5S, montesoffio, movimento 5 stelle urbino, discarica ca' lucio, ca' lucio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bam8





logoEV