"Preludio" di Tetsuji Endo, le opere del pittore giapponese in mostra alla Galleria d’Arte Barocci

"Preludio" di Tetsuji Endo, le opere del pittore giapponese in mostra alla Galleria d’Arte Barocci 3' di lettura 11/09/2019 - Dal 14 al 27 settembre 2019 la Galleria d’Arte Barocci interna al Collegio Raffaello, in Piazza della Repubblica a Urbino, ospita “Preludio”, mostra personale di Tetsuji Endo.

L’evento, patrocinato dal Comune di Urbino, sarà visitabile, a ingresso gratuito, dal martedì alla domenica con orario 10,30/12,30 e 17/19.

Sabato 14 settembre, alle ore 18, l’inaugurazione alla presenza di Vitaliano Angelini, direttore della galleria urbinate.

LA MOSTRA
Grazie alla vittoria dello scorso gennaio nella sezione arti visive del “Premio La Ginestra” di Firenze, promosso dal Centro Culturale Fonte Aretusa, il pittore giapponese Tetsuji Endo ha l’opportunità di esporre in uno dei luoghi d’arte per eccellenza della città di Urbino: la Galleria d’Arte Barocci.

Il titolo della sua mostra, “Preludio”, intende ripercorrere i sentieri della mente e i percorsi tortuosi e incerti che la vita ci riserva. “Tuttavia - sottolinea Yuki Ishida - tali cammini impervi sono il preludio di qualcosa di positivo che dovrà avvenire, qualcosa che riporterà serenità e luce nella propria esistenza”.

Tetsuji Endo da anni vive nella campagna aretina, dove ha sintetizzato un linguaggio che unisce la solida formazione nel Sol Levante alla tradizione pittorica italiana e ai grandi maestri rinascimentali.

“I temi affrontati nelle opere prendono mossa dalla rielaborazione del vissuto introspettivo dell’artista, tornato alla mente sotto forma di immagini e simbolismi trasportati poi sulla carta - osserva ancora Yuki Ishida. - Tetsuji Endo vuole portare lo spettatore a una profonda riflessione sulle proprie esperienze, attraverso le immagini rievocative in esse contenute”.

Gran parte delle opere presenti a Urbino, alcune delle quali inedite, sono realizzate con una particolare tecnica di invecchiamento del supporto cartaceo, con cui il pittore intende ricollegarsi al vissuto ancestrale dell’umanità, che procede ed evolve attraverso i secoli. Da qui nasce una cifra stilistica che sta trovando unanimi consensi di pubblico e critica e che lo ha portato a vincere il “XVII Premio Coinè per l’arte” riservato agli artisti presenti alla Vernice Art Fair 2019 di Forlì.

L’ARTISTA
Tetsuji Endo nasce nel 1977 a Chiba (Giappone). Si laurea nel 2002 alla prestigiosa Musashino Bijutsu Daigaku Art University di Tokyo con specializzazione nella pittura a olio. Nello stesso periodo compie opere di scultura e decorazioni murali e di interni.
Dal 1999 al 2002 esegue allestimenti di mostre in gallerie d’arte giapponesi e si dedica alla loro promozione.
Dal 2002 al 2005 lavora come pittore scenografo al Teatro Shinbashi e al Teatro Nazionale Giapponese di Tokyo, spinto dal desiderio di conoscere meglio la cultura del suo paese.
Nel 2006, al fine di studiare in maniera più approfondita l’arte e la cultura italiana, decide di trasferirsi in Italia, terra ricca di capolavori che da sempre esercitano in lui grande fascino e ispirazione. Qui si occupa della decorazione di interni e realizza opere di pittura per clienti privati.
Dal 2007 si trasferisce definitivamente in provincia di Arezzo, dove ancora oggi vive e lavora.
Attraverso l’esperienza artistica sviluppata in Italia e alla partecipazione a mostre collettive e personali, fiere e concorsi, Tetsuji Endo esprime la propria identità di uomo profondamente giapponese.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-09-2019 alle 07:00 sul giornale del 11 settembre 2019 - 258 letture

In questo articolo si parla di attualità, mostra, Preludio, tetsuji endo, galleria d'arte barocci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/basI





logoEV