Acqualagna, 54^ Fiera del Tartufo, per Uliassi e Cucinelli si riunisce il Grand Ordine della Ruscella d'Oro

mauro uliassi 4' di lettura 02/11/2019 - “Ridare dignità alla terra, sentendosi un piccolo custode del creato in quanto “La Bellezza salverà il Mondo”, tutte le volte che il Mondo, a sua volta, salverà la Bellezza”.

Parole dello stilista imprenditore, Brunello Cucinelli, che si racconterà domenica 3 novembre alle 11.30 a Teatro Conti. Un nome famoso in tutto il mondo, non solo per l'omonimo brand da oltre 400 milioni di fatturato, ma soprattutto per il suo valore della vita che si traduce in giusti profitti e un ambiente di lavoro creativo. Modera il Sindaco Luca Lisi. Cucinelli ha ricevuto un numero straordinario di riconoscimenti nazionali e internazionali per il suo “Capitalismo neoumanistico”. A questi si aggiungerà la Ruscella d’Oro 2019, il più alto riconoscimento di Acqualagna in quanto, si legge nella motivazione: “pone al centro del suo favoloso cammino di uomo ed imprenditore illuminato, la dignità del lavoro, il rispetto della persona, il giusto equilibrio delle cose, il valore dell’educazione dell’individuo, la bellezza del Creato. Nella sua idea di Capitalismo umanistico forte è l’appello affinché ciascuno di noi abbia un segno che lo guidi nella vita”. Cucinelli riceverà anche i “Tartufi Gemelli” realizzati dalla designer Claudia Ottaviani.

La Fiera Nazionale del Tartufo Bianco, l’evento che ha lanciato Acqualagna nel firmamento internazionale e l’ha resa famosa in tutto il mondo, nasce nel 1966 da un'intuizione dell'allora Sindaco Ovidio Lucciarini con l’imprenditore Paolo Urbani, di “Urbani Tartufi”, che dal 1852 si dedica al mondo dei tartufi, diventando oggi un punto di riferimento mondiale. Una collaborazione che si rinnova nel promuovere un altro evento di punta della Fiera: il Cooking Show con lo chef Mauro Uliassi, tre Stelle Michelin, al quale sarà conferita, dal Sindaco Luca Lisi, la Ruscella d'Oro 2019 (ore 18 - Salotto da Gustare).

Lo chef marchigiano, proprietario del ristorante Uliassi di Senigallia, firma un piatto personale e memorabile: Cappelletti di zia Elena con sugo di arrosto e tartufo bianco. A seguire il conferimento della Ruscella d’Oro quale, si legge nella motivazione “eccellenza italiana che interpreta le specialità della tradizione, sorprendendo, emozionando e gratificando il palato con sapori autentici che arrivano fino al cuore.

Alle ore 15.30 lo chef stellato Claudio Sadler del Ristorante Sadler di Milano propone un piatto a lui caro: raviolone al tuorlo d’uovo con raspadura, topinambur e burro tartufato. Conduce Lino Balestra di Fano Tv (Info e prenotazioni: 3331116908).

Tutti i giorni di Fiera si può andare alla ricerca del tartufo tra la passione del tartufaio e il fiuto eccezionale del cane. Un’esperienza meravigliosa a stretto contatto con la natura e con il magico mondo dei tartufai e dei loro segreti, metodi di addestramento e tecniche di raccolta.

Per i bambini c’è lo Spazio Kids (piazza della Repubblica): si va a “Cerca” del prezioso tubero, guidati da un’esperta tartufaia del territorio. I bambini possono cimentarsi ceramisti nel laboratorio di ceramica artistica a cura di “La Maiolica” di Linda Zepponi.

Sono aperte la mostra fotografica “Volti - Acqualagna ’50-‘60” dell’Archivio fotografico Paci di Fossombrone, che ripercorre la storia di Acqualagna durante gli anni ’50 e ’60 attraverso i volti di quegli anni, come cuore pulsante di vitalità e memoria storica ed umana di una realtà oggi divenuta Distretto economico del Tartufo. Una collettiva di immagini realizzate da uno dei fotografi più conosciuti del territorio. Il percorso della mostra, su pannelli espositivi, si snoda in Corso Roma e all’interno del Museo Archeologico. All’interno del Museo Archeologico, la mostra di fotografia “Acqualagna Capitale del Tartufo. 1966 - 2015 / 50 anni di fiera, storia, uomini, passione”, contenute nel volume omonimo che raccoglie mezzo secolo di storia, a cura del giornalista Davide Eusebi. Sono momenti di vita acqualagnese in 50 anni di Fiera con i volti di personaggi illustri amanti del prezioso tubero di Acqualagna e la mostra d’arte contemporanea, donazioni di Campanelli, Piattella, Porcelli, Tosti, Torcoletti, Fedele e Di Donato. E’ aperto il centralissimo Museo del Tartufo (piazza Mattei): una “truffle experience” tra mappe olfattive, teatro virtuale, libreria digitale e food tasting. Ingresso (5 euro), ridotto (3 euro).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2019 alle 17:12 sul giornale del 02 novembre 2019 - 289 letture

In questo articolo si parla di attualità, mauro uliassi, acqualagna, brunello cucinelli, Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato di Acqualagna, fiera nazionale del tartufo bianco, grand ordine della ruscella d'oro, ruscella d'oro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bclR





logoEV