Sette anni di Meteo a Urbino, a Palazzo Passionei si presenta il libro “Il tempo che è stato”

osservatorio meteorologico|osservatorio meteorologico alessandro serpieri|urbino| 1' di lettura 28/11/2019 - La meteorologia, per Urbino e il suo territorio ha un nome: “Osservatorio Meteorologico Alessandro Serpieri”.

Lunedì 2 dicembre alle 11, nella sala Tartaruga di Palazzo Passionei in Via Valerio, 9 Urbino, saranno presentati i primi sette anni della fortunata e seguitissima rubrica che dal 2012 l’Osservatorio ha pubblicato con cadenza mensile e puntuale su “Il Resto del Carlino”. Tra i segreti del suo successo, lo stile divulgativo, talvolta scanzonato ma sempre corredato dei principali dati meteo come temperature, precipitazioni, vento, umidità, pressione, senza mancare di accompagnarli con i proverbi tradizionali e i luoghi comuni più o meno affidabili ma sempre legati alla cultura popolare.

Il libro “il tempo che è stato” che in 233 pagine raccoglie gli articoli e le tabelle riepilogative mensili del meteo delle stazioni di rilevazione collocate sulle Cesane, a Fermignano, al Campus Scientifico “E. Mattei” e a Urbino, sarà presentato dai curatori Piero Paolucci e Cesarino Balsamini, con gli interventi del rettore dell’Università di Urbino Vilberto Stocchi, del professor Umberto Giostra, Direttore dell’Osservatorio Meteorologico “Alessandro Serpieri” e di Giovanni Lani, Redattore de “Il Resto del Carlino”.

L’invito a partecipare è rivolto a tutta la cittadinanza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2019 alle 08:00 sul giornale del 28 novembre 2019 - 302 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, università di urbino, presentazione libro, osservatorio meteorologico, osservatorio meteorologico alessandro serpieri, il tempo che è stato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdni





logoEV