Bertolaso positivo al Covid-19, Ceriscioli: "Sono tranquillo, ma credo che la quarantena sia inevitabile"

1' di lettura 24/03/2020 - "Sto aspettando la comunicazione ufficiale ma la quarantena credo sia inevitabile". Così alla Dire il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, che ieri ha trascorso la mattinata ad Ancona con l'ex Capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, per dei sopralluoghi su alcune aree idonee ad ospitare l'ospedale d'emergenza con 100 posti letto di terapia intensiva da destinare all'emergenza Coronavirus.

"La notizia si è appena saputa - premette Ceriscioli -. Immagino che ora Bertolaso comunicherà tutti i contatti avuti negli ultimi giorni alle strutture sanitarie che a quel punto mi contatteranno formalmente per chiedermi di mettermi in isolamento fiduciario domiciliare a scopo precauzionale. Io ora sono in ufficio in Regione e da quando ho appreso la notizia di Bertolaso ho evitato ogni contatto."

"Appena possibile mi recherò a casa e inizierò ad organizzarmi in modalità smart working. Da questo punto di vista penso di poter continuare a lavorare senza particolari problemi. Mi sistemerò nella stanza di mio figlio".

Il governatore marchigiano scherza e non appare preoccupato. "Mi sento bene, non ho sintomi come tosse o febbre - continua Ceriscioli -. Ieri avevamo le mascherine e rispettavamo le distanze. Sono tranquillo. Ma credo che la quarantena sia inevitabile".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2020 alle 15:41 sul giornale del 24 marzo 2020 - 360 letture

In questo articolo si parla di attualità, guido bertolaso, luca ceriscioli, agenzia dire, comunicato stampa, coronavirus, covid 19, emergenza coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bikt





logoEV