Legambiente, lettera aperta alle Istituzioni della città per una ripartenza nel rispetto della salute e dell’ambiente

3' di lettura 08/05/2020 - La grave epidemia di coronavirus che ha colpito il mondo ha costretto le varie nazioni ad attuare misure per il suo contenimento. La maggior parte dei Paesi ha optato per il lockdown costringendo i cittadini a cambiare il loro modo di vivere, costretti a una mobilità molto limitata.

Ciò ha comportato notevoli disagi personali e una grossa crisi economica, ma accanto a questa situazione altamente negativa ci sono stati segnali importanti per l’ambiente: miglioramento dell’aria che respiriamo associata a un bellissimo cielo azzurro, acque dei fiumi, mari e bacini idrografici ritornate limpide, mobilità di alcune specie animali, cinguettio di varie specie di uccelli che non sentivamo da diverso tempo.

Non dobbiamo disattendere il messaggio mandatoci dall’ambiente, per cui nella Fase 2 bisogna cercare di coniugare il ritorno alla cosiddetta “normalità” con la tutela ambientale; dobbiamo quindi cogliere l’opportunità per stimolare un ripensamento della nostra organizzazione sia economica che sociale che ci permetta di vivere in equilibrio con la natura, puntando, ad esempio, sulla green economy, sull’economia circolare, ecc.

La fase 2 è una fase molto critica, vede la riapertura di molte attività economiche e l’aumento della circolazione stradale con il conseguente rischio di un ritorno ai livelli di inquinamento ambientale riscontrati prima del lockdown; a tal proposito Legambiente nazionale e le associazioni locali hanno inviato, rispettivamente, proposte di mobilità sostenibile urbana intra e post emergenza al Presidente del consiglio dei ministri, Conte- ad alcuni ministri e commissari straordinari - e ai vari Governatori di regione e alcuni sindaci.

Circolo Legambiente “Le Cesane” di Urbino si associa a questa iniziativa chiedendo al Sindaco e all’amministrazione comunale di farsi carico di una riapertura urbana sostenibile per garantire una migliore vivibilità della città, pertanto chiede:

1. Percorsi ciclabili e pedonali

Promuovere anche con campagne di informazione la mobilità attiva (pedonale e in bicicletta).

Realizzare, dove è possibile- vista la peculiarità di Urbino-, di percorsi ciclabili e pedonali temporanei per poi trasformali in un futuro in vere ciclabili (per tale intervento si potrebbero utilizzare le risorse previste nella legge di bilancio 2020 in cui sono stati stanziati 150 milioni di euro per il co-finanziamento di piste ciclabili urbane) come, fra l’altro, già effettuato in altre cittadine italiane. Per incentivare tale trasporto si potrebbero mettere a disposizioni biciclette elettriche e Scooter elettrici comunali, modalità già in uso in molte città da diverso tempo.

Pensare a tragitti casa-scuola da mettere in sicurezza in modo che gli studenti possano usufruirne.

2. Mascherine e guanti

Arrivano segnalazioni continue di mascherine e guanti abbandonate ai bordi delle strade o nelle scarpate. Questo atteggiamento incivile rappresenta un rischio per l’ambiente poiché si tratta di materiale realizzato in plastica o altro materiale sintetico che tramite le fognature può arrivare anche al mare, inoltre, essendo dispositivi potenzialmente contaminati, rappresentano un rischio sanitario per chiunque ne venga a contatto accidentalmente o per lavoro (es. netturbini); pertanto chiediamo agli organi competenti di farsi carico di una campagna di sensibilizzazione dei cittadini invitandoli ad avere senso di responsabilità e smaltire questi materiali nell’indifferenziato. A tal fine potrebbe essere utile dotare ogni negozio di contenitori con apertura a pedale dove gettare questi dispositivi accompagnato da una comunicazione informativa sulla modalità di smaltimento.

3. Smart working

Mantenere, dove possibile, il lavoro in smart working e cercare di consentire agli uffici pubblici aperture con orari differenziati per evitare il sovraffollamento.


da Legambiente
Circolo "Le Cesane" Urbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2020 alle 09:06 sul giornale del 08 maggio 2020 - 221 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, legambiente, lettera aperta, città di urbino, Circolo Legambiente "Le Cesane" di Urbino, comunicato stampa, fase 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/blfD





logoEV