Cagli, ora è ufficiale, il Palio dell'Oca 2020 non si disputerà

2' di lettura 04/07/2020 - Da giorni a Cagli si vociferava se il Palio dell'Oca di Cagli si sarebbe disputato o meno. Ieri è arrivata la notizia che nessun cagliese si sarebbe mai immaginato fino a qualche mese fa.

Infatti l'Associazione Giochi Storici di Cagli ha ufficializzato che domenica 9 agosto non si disputerà la 34ª edizione del Palio Storico Giuoco dell'Oca. È la prima volta che accade dal 1987 (anno in cui si disputò il palio per la prima volta) ad oggi. "Ieri sera sono riemerse all'interno dei quartieri (Sant'Angelo, San Francesco, Sant'Andrea e Sant'Agostino) e del consiglio alcune criticità per lo svolgimento della manifestazione - afferma il presidente dell'Associazione Giochi Storici Giacomo Giommi -. Ritengo che non è nell'interesse di nessuno forzare lo svolgimento della stessa. Credo che sia la decisione più saggia e sarebbe stata un'edizione di divisioni su una manifestazione che storicamente per più di trent'anni unisce un'intera città. Voglio ringraziare tutti, dall'amministrazione comunale (in modo particolare il vicesindaco Benilde Marini), alla comandante della Polizia municipale dott.ssa Francesca Catullo ed il consiglio per la disponibilità data fin dall'inizio per provare nonostante il periodo passato a far ripartire la nostra bellissima città. Grazie a tutti e ci rivediamo il prossimo anno".

Fino a giovedì scorso sembrava che il palio si sarebbe dovuto disputare rispettando tutte le disposizioni e le limitazioni per contrastare la diffusione del Covid-19. Il programma era stato illustrato alla Prefettura di Pesaro e aveva ottenuto il via libera dalle autorità competenti, compreso il comune di Cagli. Prevedeva una taverna unica su prenotazione in piazza Garibaldi (meglio conosciuta come la 'piazzetta delle verdure') invece che le solite quattro taverne di quartiere, sfilata storica più breve e mantenendo il distanziamento sociale e nell'arena di Sant'Emidio sarebbero entrate meno persone per assistere alla disputa del Palio. Stiamo parlando di una rievocazione storica che negli ultimi anni è cresciuta molto, riuscendo ad ottenere anche il riconoscimento come 'Meraviglia Italiana'. Gli organizzatori hanno preferito non far disputare quest'edizione del 2020 e tornare nel 2021, quando la voglia di palio si farà sentire molto di più e la pandemia sarà solo un brutto ricordo.






Questo è un articolo pubblicato il 04-07-2020 alle 14:45 sul giornale del 04 luglio 2020 - 239 letture

In questo articolo si parla di cagli, spettacoli, articolo, palio dell'oca, Simone Giacomucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpP5





logoEV