Draghi: "Mostra ‘Black Presence" agli Uffizi, giù le mani dai nostri capolavori”

1' di lettura 09/07/2020 - Alla Galleria degli Uffizi, si è dato il via al progetto “Black Presence” che prevede l’esposizione di una serie di opere riguardanti la cultura nera nell'Europa del Rinascimento.

"Trovo veramente paradossale che, nel tempio dell’arte fiorentina, accanto alla Venere di Botticelli, ai capolavori giotteschi, a quelli di arte romana e a molti altri, si espongano opere in ossequio al fenomeno del ‘Black lives matter’ che, è bene ricordarlo, si è macchiato di terribili deturpazioni ai danni del nostro patrimonio”, commenta Alessandro Draghi, consigliere comunale di Fratelli d’Italia.

"Non voglio sindacare sul valore, certamente indubbio, della produzione artistica scelta, ma non capisco come possa un movimento, che scientemente e dichiaratamente vorrebbe cancellare la memoria dei nostri Popoli, convivere in modo pacifico con ciò che di più emblematico rappresenta l’Identità italiana, prosegue il capogruppo in Comune.

"È evidente che si tratta dell’ennesimo tentativo maldestro di ricondurre le proteste nere, che in questi giorni hanno incendiato il mondo, nell’alveo della normalità, sottacendo i numerosi atti vandalici compiuti contro statue, monumenti e città̀. Per questo, ieri sera, insieme ai militanti di Casaggì, abbiamo compiuto un’azione simbolica, sotto gli Uffizi, per denunciare la bizzarria dell’iniziativa” conclude l’esponente di FdI.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-07-2020 alle 13:27 sul giornale del 10 luglio 2020 - 263 letture

In questo articolo si parla di attualità, firenze, comunicato stampa, Comune di Firenze

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqe9