Urbino Plays Jazz, questa sera Stefano Di Battista Quartet

3' di lettura 05/08/2020 - Dal 31 luglio al 5 agosto la musica jazz torna a popolare le vie della città rinascimentale. Cinque giorni di concerti nel cuore della città divisi fra Piazza Rinascimento e l’interno del Cortile di Palazzo Ducale. Per questa edizione anche un omaggio speciale a Raffaello nell’anno del cinquecentenario dalla sua morte.

Si alterneranno sul palco grandi nomi e giovani talenti in una sei giorni di concerti di cui solo alcuni previsti a pagamento come potrete verificare online sul sito o la pagina Facebook dell’associazione.

5 agosto 2020 STEFANO DI BATTISTA QUARTET (P.ZA RINASCIMENTO)
Start 21.30
Biglietto: 5 euro, 3 euro ridotto

Stefano Di Battista - sax
Andrea Rea - pianoforte
Daniele Sorrentino - basso
Luigi Del Prete - batteria

Stefano di Battista sassofonista italiano tra i più apprezzati sulla scena internazionale, noto anche al pubblico televisivo per le sue partecipazioni al festival di Sanremo e altri programmi popolari.

Il primo a credere in lui è stato il compianto Massimo Urbani. E dai tempi in cui i due sassofonisti si frequentavano, Stefano Di Battista ne ha fatta parecchia di strada: si trasferisce a Parigi nei primi anni Novanta e la sua ascesa è stata inarrestabile: entra nelle file del gruppo di Michel Petrucciani e dell’Orchestre National de Jazz e quindi viene scritturato da uno storico marchio discografico quale è la Blue Note, casa per la quale incide “A prima vista”, “Stefano Di Battista” (con Elvin Jones alla batteria) e ‘Round About Roma”.

In tutti questi anni Di Battista non ha mai abbandonato la strada maestra del jazz, percorrendola nel segno del più̀ sanguigno hard bop.

Nel 2005 ha partecipato al Festival di Sanremo assieme alla moglie Nicky Nicolai con il brano Che mistero è l’amore conquistando il 4° posto nella classifica finale (vincitore nella categoria “Gruppi”).

È stato leader della propria orchestra nel programma televisivo “Il senso della vita” con Paolo Bonolis trasmesso su Canale 5. Nel 2008 fu ospite dei Tiromancino al Festival di Sanremo. Nel 2009 ha partecipato nuovamente a Sanremo con la moglie portando un brano scritto da lui e da Jovanotti intitolato Più sole.

Oltre ad avere partecipato a diverse edizioni del concerto del Primo Maggio di Roma, ha collaborato, tra gli altri, con: Michel Petrucciani, Fabrizio Bosso, Elvin Joens, Nat Adderley, Greg Hutchinson, Rita Marcotulli, Flavio Boltro, Jacky Terrasson, Baptiste Trotignon, Giovanni Tommaso, Glauco Venier, Niccolò Fabi, Richard Bona, Manu Katché, e i Gabin.

Con lui sul palco ci saranno Andrea Rea al pianoforte, Daniele Sorrentino al contrabbasso e Luigi Del Prete alla batteria, un quartetto collaudatissimo che con assoluta creatività si muove fra melodie e sonorità blues, hard bop, funk e altro ancora, una fantastica formazione ed un’importante firma per concludere al meglio le sei giornate del Festival.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2020 alle 15:36 sul giornale del 05 agosto 2020 - 188 letture

In questo articolo si parla di jazz, urbino, spettacoli, stefano di battista, urbino plays jazz, urbino jazz club, comunicato stampa, stefano di battista quartet

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bszi