Montecopiolo e Sassofeltrio in Romagna, Urbino Capoluogo: "Da sempre a sostegno dell'unità del Montefeltro"

sassofeltrio 1' di lettura 17/10/2020 - L'Associazione "Urbino - Capoluogo - Montefeltro" nelle persone di Giorgio Londei, Presidente, e Ferruccio Giovanetti, Vice Presidente Vicario, prende atto che a pochi giorni dalla probabile votazione in Senato per il passaggio o meno dei comuni di Montecopiolo e Sassofeltrio dalle Marche all'Emilia Romagna, il neo Presidente della Regione, Acquaroli, così come il suo predecessore Ceriscioli, ha espresso la sua netta contrarietà alla perdita dei due comuni.

Noi che da tanti anni, anche in presenza di polemiche, sosteniamo l'unità e non la disgregazione del Montefeltro ribadiamo che esiste anche una legge dello Stato Italiano, di cui fu protagonista innanzitutto il Senato, che assegna i due comuni al Montefeltro.

Si tratta della Legge Speciale Urbino e l'Antico Ducato.

Abbiamo già fatto presente, nelle dovute sedi, le nostre prese di posizione.

Abbiamo anche ricordato che la famiglia ducale dei Montefeltro ha origine dal territorio di Montecopiolo.

Per quanto ci riguarda poi, ci auguriamo che la nuova Giunta e il nuovo Consiglio regionale delle Marche affrontino, urgentemente, i problemi di viabilità e sanità tanto sentiti dalle popolazioni del Montefeltro.

Al comunicato si sono associati i Consiglieri comunali Federico Cangini e Luca Londei.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-10-2020 alle 15:21 sul giornale del 17 ottobre 2020 - 321 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, montecopiolo, sassofeltrio, emilia romagna, associazione urbino capoluogo, comunicato stampa, montecopiolo e sassofeltrio in romagna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byTz





logoEV