Atenei marchigiani e CAI per la tutela del territorio, istituzioni pubbliche e private invitate a sottoscrivere l’appello

climbing for climate| 2' di lettura 19/11/2020 - L’Università di Urbino Carlo Bo, l’Università Politecnica delle Marche, l’Università di Camerino e l’Università di Macerata hanno firmato con il Club Alpino Italiano-Gruppo Regionale Marche l’appello Proteggere la natura e viverla nei borghi di terra e di mare .

La firma è avvenuta a Bolognola, luogo simbolico per eccellenza della bellezza ferita delle Marche, durante la manifestazione Climbing for climate.

Un impegno per la tutela delle risorse naturali intese anche in senso economico e umano che ora viene proposto dai quattro atenei a tutti i soggetti pubblici e privati interessati allo scopo di attuare una serie di interventi indifferibili, come l’individuazione dei rischi corsi dal patrimonio locale, le opportunità e i benefici della sua tutela e valorizzazione, attraverso valutazioni quantitative integrate e nella prospettiva degli SDGs 2030; l’adozione di misure in grado di ridurre drasticamente l’impronta ecologica in tutti i settori-chiave: industria, trasporti, turismo, energia, edilizia, agricoltura, acque, suolo, ecc.; la definizione di strumenti finanziari innovativi che il settore pubblico e privato possano impiegare per la protezione, la rigenerazione e la valorizzazione degli ecosistemi e dei loro servizi, in chiave sostenibile; la promozione dei investimenti in cultura, ricerca, tecnologia e innovazione per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio locale attraverso azioni volte al miglioramento della qualità della vita attraverso il contatto con la natura, i borghi e il territorio.

La Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (https://sites.google.com/unive.it/rus/home) e il Club Alpino Italiano si sono ritrovati il 19 settembre sui principali sentieri italiani” ricorda la professoressa Elena Viganò, Prorettore alla Sostenibilità e Valorizzazione delle Differenze dell’Università di Urbino “per sensibilizzare l’opinione pubblica per sollecitare impegni concreti per proteggere e valorizzare il patrimonio naturale e culturale locale. Per questo è indispensabile il coinvolgimento dei nostri territori. La loro partecipazione attiva è particolarmente significativa nell’attuale periodo di emergenza sanitaria, sociale ed economica per definire strategie innovative anche con il contributo indispensabile delle aree interne nel costruire percorsi di sviluppo sostenibile. Uno sviluppo che guarda simultaneamente a obiettivi di miglioramento ambientale, economico e sociale, sia a livello locale, sia a livello globale, per rispondere alle esigenze delle generazioni attuali ed evitare di compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare le proprie necessità”.

I soggetti pubblici e privati delle Marche possono aderire all’appello allegato, firmandolo entro il 28 febbraio 2021 per poi inviarlo all’indirizzo:
Università degli Studi di Macerata, c.a. dott.ssa Giulia Follenti Area Affari Generali - Ufficio Affari Istituzionali e Normazione, Via Crescimbeni nn. 30-32, 62100 Macerata.
Contatto per Uniurb: elena.vigano@uniurb.it



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2020 alle 17:59 sul giornale del 19 novembre 2020 - 188 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, cai, università di urbino, tutela del territorio, comunicato stampa, climbing for climate

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bCG6