Montefelcino: la Festa dell\'Uva fra storia e tradizioni

uva 1' di lettura 30/09/2008 - Grande successo per la tre giorni organizzata dalle Associazioni giovanili “La Chimera” e “Vinavill”.

Una tre giorni ricca di storia che ha saputo coniugare i prodotti tipici del nostro territorio con le tradizioni del passato. Si è conclusa domenica 28 settembre la seconda edizione della Festa dell’Uva di Montefelcino, evento organizzato dalle Associazioni giovanili “La Chimera” e “Vinavill”.


Nonostante il freddo ed il tempo incerto, centinaia di visitatori, provenienti da ogni parte della nostra provincia e non solo, non hanno voluto mancare a questo importante appuntamento. Tanti sono stati gli appuntamenti che lo hanno contraddistinto, a cominciare dalla commedia dialettale “Zebibbo l’ubriaco” fino a “Conoscere il vino ed il territorio”, degustazione gratuita di vini e prodotti tipici presentati sapientemente dall’enogastronomo Giuseppe Cristini con la premiazione di coloro che hanno partecipato al corso per diventare futuri sommelier.


Alla degustazione ha partecipato anche il Presidente della Provincia Palmiro Ucchielli il quale si è complimentato con gli organizzatori per la splendida riuscita della festa. Clou della manifestazione è stata la rievocazione storica della pigiatura dell’uva, accompagnata dai divertenti stornelli del gruppo storico “La Martinicchia”. Dopo la sfilata di moda, diventata ormai una consuetudine della festa, gli organizzatori della manifestazione hanno voluto premiare “l’uva più bella”. L’appuntamento è per tutti al prossimo anno!


   

da Festa dell’Uva di Montefelcino




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 settembre 2008 - 823 letture

In questo articolo si parla di attualità, uva, Festa dell’Uva di Montefelcino


logoEV
logoEV