Paolucci cittadino onorario

3' di lettura 09/11/2008 - Sabato 6 dicembre 2008, con una seduta solenne che si terrà nel Teatro Sanzio, il Consiglio Comunale di Urbino conferirà la cittadinanza onoraria al professor Antonio Paolucci, già Ministro per i Beni Culturali e attualmente Direttore dei Musei Vaticani.

La cerimonia è fissata per le ore 11.00. Oggi la scelta è stata illustrata alla stampa dal sindaco Franco Corbucci, dall’assessore a Cultura e Turismo Lella Mazzoli, dal vice sindaco Lino Mechelli e dall’assessore Maria Clara Muci. Per un grave lutto familiare non è potuto essere presente il Presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Franzè, che assieme alla Giunta ha tenuto i contatti con l’illustre studioso. Antonio Paolucci è nato a Rimini. È stato Soprintendente a Venezia, a Verona, direttore dell’Opificio delle Pietre Dure, Soprintendente per il Polo Museale fiorentino e Direttore Generale dei Beni Culturali per la Toscana. Dal Gennaio del 1995 al Maggio del 1996 ha ricoperto la carica di Ministro per i Beni Culturali nel Governo tecnico di Lamberto Dini. Attualmente ricopre la carica di Presidente del Comitato Scientifico per le mostre d’arte nelle Scuderie del Quirinale, è vicepresidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali, consulente del Sindaco per i musei civici di Firenze e dal 4 dicembre 2007 è stato nominato da Papa Benedetto XVI Direttore dei Musei Vaticani.

“Nel corso degli anni Paolucci -ha ricordato il sindaco Franco Corbucci- è sempre rimasto in contatto con Urbino. E questo suo legame si è trasformato in carica emozionale ogni volta che tramite saggi scientifici o articoli giornalistici egli ha avuto modo di descrivere il ruolo culturale della Corte dei Montefeltro nell’Europa del Rinascimento; oppure di sottolineare l’importanza di alcune opere contenute nel Palazzo Ducale. Spesso questo legame familiare ha dato luogo a vere e proprie collaborazioni. L’ultimo esempio è stato il recente progetto di ristrutturazione di Piazza Duca Federico, elaborato grazie alle indicazioni di un Comitato Scientifico guidato proprio dal professor Paolucci. È dunque con il desiderio di istituzionalizzare questo legame costruito e rafforzato nell’ambito di molti anni, che la Giunta Municipale ha proposto al Consiglio Comunale di deliberare il conferimento al professor Antonio Paolucci della Cittadinanza urbinate. Nella seduta del 31 ottobre il Consiglio ha accolto la proposta all’unanimità”.

“Paolucci -ha detto l’assessore Cultura e Turismo Lella Mazzoli- è un grande amico della nostra città e lo ha dimostrato in tantissime occasioni, parlando di Urbino sui media nazionali. Come urbinate sono orgogliosa della proposta fatta dalla Giunta Municipale e del voto unanime espresso dal Consiglio comunale”. “Antonio Paolucci -ha ricordato il vicesindaco Lino Mechelli- è un personaggio la cui caratura culturale si abbina perfettamente con quella di Urbino. Il suo rapporto con la città è veramente speciale, e lo si è visto anche nelle occasioni più recenti, quando ha guidato la Commissione che aveva il delicato compito di scegliere, con una concertazione, il tipo di pavimentazione da realizzare in Piazza Duca Federico”. “Urbino -ha concluso l’assessore Maria Clara Muci, che in passato ha ricoperto il ruolo di Presidente del Consiglio comunale- ha sempre dosato con molta attenzione il conferimento delle cittadinanze onorarie. Ricordiamo che nella passata legislatura il riconoscimento andò a Rita Levi Montalcini e all’strofisico Franco Pacini. Con Paolucci proseguono le scelte di altissimo livello”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 novembre 2008 - 1158 letture

In questo articolo si parla di urbino, comune di urbino


logoEV
logoEV