Urbania: lui, lei l’altro e…due dozzine di rose scarlatte a teatro

3' di lettura 13/11/2008 - Venerdì 14 novembre, alle ore 21,15, i giovani e bravi attori Alfredo Minutoli, Roberta Petrozzi, Claudio Moneta, Daniela Fabello daranno vita a Due dozzine di rose scarlatte, spettacolo inaugurale della stagione di prosa 2008-2009 del Teatro Bramante di Urbania, curata dal Teatro Stabile delle Marche in collaborazione con Provincia di Pesaro e Urbino, Regione Marche e i Comuni della provincia.

Al Bramante, quest\'anno, una stagione prestigiosa che vedrà in scena anche la goldoniane Smanie per la villeggiatura delle Belle Bandiere-Diablogues, Mario Scaccia e Debora Caprioglio con Il signore va a caccia di Feydeau, I ponti di Madison County con Paola Quattrini e Ray Lovelock, Edipo e la Pizia con Lucia Poli e Giorgio Rossi e il divertente spettacolo della giovanissima compagnia Gloriababbi Sogno d\'amore.


Due dozzine di rose scarlatte, sono il simbolo dell\'amore passionale, ma anche degli equivoci in questa celeberrima commedia brillante, scritta da Aldo De Benedetti nel 1936 per Vittorio De Sica e Giuditta Rissone. I fiori destinati alla bellissima Contessa Arduini arrivano per sbaglio a Marina, che li riceve senza sapere dell\'errore e soprattutto ignara che, chi li ha spediti, altri non è che suo marito Alberto. Per evitare guai e togliersi dall\'impiccio Alberto si inventa quindi uno sconosciuto ammiratore ed alimenta, col passare dei giorni, l\'adolescenziale infatuazione della moglie per questo misterioso corteggiatore, alter-ego che diventa per lui un rivale ingombrante e di cui deve trovare il modo di disfarsi. Tutto questo sotto gli occhi attoniti di Tommaso, l\'amico di famiglia, che si ritrova suo malgrado coinvolto in questo turbinio di malintesi. \"La commedia di De Benedetti - sostiene il regista Marco Rampoldi - proprio perché profondamente radicata nella drammaturgia degli anni Trenta, diventa la prova tangibile di come questo repertorio sia ancora vivo, attuale e meriti di essere presente sui nostri palcoscenici molto più di quanto non avvenga. Per questo abbiamo voluto offrirne una lettura sincera, che ne rispetta a fondo gli aspetti basilari, lo spirito, senza mai cadere negli stereotipi di maniera\".


Una lettura in cui è stata prestata la più grande attenzione all\'armonia fra i vari elementi: la recitazione, attenta sia al registro comico che a quello della verità del sentimento, senza mai cadere in forzature interpretative; i costumi, di Gianluca Sbicca e Simone Valsecchi che restituiscono con precisione l\'atmosfera dell\'epoca e la scena di Marco Rossi , una sorta di \'reinvenzione cubista\' del salotto borghese, costituita interamente da porte che vengono agite in modo inusuale dai personaggi in modo da creare rapporti spaziali molto precisi ed inediti. Una lettura che non ha paura di porsi fra gli obiettivi principali il divertimento del pubblico, senza falsi ideologismi, e con il coraggio, al giorno d\'oggi sempre più raro, di rivolgere alla vita uno sguardo sorridente. Dopo l\'applaudito debutto al teatro Sanzio di Urbino, secondo anno di fortunata tournée per questa produzione firmata dall\'Associazione Canora (in collaborazione con A.M.A.T. - Circuito Teatrale Marche-Comune di Urbino), che riparte proprio dal teatro Bramante dove la Compagnia ha scelto di riallestire lo spettacolo. Si replica sabato 15 novembre, alle 21,15, presso il Teatro Sociale di Novafeltria.


INFO, BIGLIETTI E ABBONAMENTI
Botteghino del Teatro Bramante , tel. 0722.317929, orario 17.00-19.30
Uffici di Fano -Teatro Stabile delle Marche, tel. 0721.830145
da lunedì a venerdì ore 17.00/19.30 e-mail: uffici.fano@stabilemarche.it

BIGLIETTI
Settore A (platea e palchi centrali) intero € 15 - ridotto € 12 (fino a 29 anni e dopo i 65)
Settore B (palchi laterali e loggione) intero € 10 - ridotto € 8 (fino a 29 anni e dopo i 65)
Speciale Gruppi € 8 (minimo 6 persone, solo Settore B)
Il botteghino del Teatro Bramante rimarrà aperto due giorni prima dello spettacolo.
Il giorno di spettacolo l\'orario di botteghino si prolungherà sino all\'inizio della rappresentazione.
I biglietti prenotati dovranno essere regolarizzati, in contanti o con bonifico bancario, entro il giorno precedente lo spettacolo. I biglietti non regolarizzati verranno rimessi in vendita.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 13 novembre 2008 - 1461 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, teatro stabile delle marche