Raccolta differenziata dei rifiuti, un convegno provinciale

raccolta rifiuti 2' di lettura 30/01/2009 - C’è un modo per risparmiare materie prime ed energia, sostenere l’economia e creare lavoro: la raccolta differenziata dei rifiuti. Di tutto questo si parlerà nel convegno “Raccolta differenziata dei rifiuti – il sistema porta a porta in ogni comune” organizzato per sabato 31 gennaio, alle 15,45 nella sala consiliare della Provincia di Pesaro (in Viale Gramsci, 4) dalle Associazioni di volontariato ambientaliste della provincia di Pesaro – Urbino, in collaborazione con l’Associazione Volontariato Marche ed il Centro Servizi per il Volontariato.

Un pomeriggio, aperto dal presidente della Provincia, Palmiro Ucchielli e dal referente provinciale Avm Giancarlo Eusebi, nel quale affrontare i tanti risvolti di questa vera e propria rivoluzione ambientale ancora troppo poco praticata nel nostro territorio. Basti pensare che qui si arriva soltanto al 22% circa dei rifiuti differenziati e questa percentuale è sostanzialmente determinata dall’oltre il 40% di raccolta della sola città di Pesaro.



“Il salto di qualità da fare e non più rinviabile – dice Enzo Frulla, del circolo Legambiente ‘Il ragusello’ – è praticare la differenziata in tutti i comuni, migliorando il coordinamento tra le diversi aziende di servizi e mettendo in rete i soggetti potenzialmente interessati. Si rimane male nel vedere che città come Urbino o Fano raggiungano percentuali irrisorie e che tanti comuni non abbiano ancora iniziato”.



Differenziare significa creare posti di lavoro: è per questo che il programma prevede gli interventi di Fausto Baldarelli, della Cna impianti – Pesaro Urbino e Nicola Denti, presidente Consorzio cooperative sociali di Pesaro. Differenziare è praticare buone politiche per l’ambiente e di questo parleranno l’avv. Gloriana Gambini, Assessore Energia e Ambiente del Comune di Pesaro, il dott. Sauro Capponi, Assessore all’Ambiente della Provincia di Pesaro Urbino e Marco Amagliani, Assessore regionale alla tutela e risanamento ambientale. Differenziare è consumare meglio, senza sprechi ed in questo senso porterà il suo contributo il dott. Antonello Delle Noci, della Coop. Adriatica.



Infine sarà interessante ascoltare l’esperienza di chi già sta gestendo la raccolta porta a porta: l’ing. Leonardo Tombari, dirigente Igiene Ambientale di Marche Multiservizi spa e la dott.sa Laura Filonzi, direttore del consorzio Cir33 che cura la raccolta differenziata nella Vallesina e nella Val Misa, in provincia di Ancona.


   

da Csv Pesaro




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 30 gennaio 2009 - 870 letture

In questo articolo si parla di attualità, Csv Pesaro


logoEV
logoEV