Salute sul lavoro: una campagna per il settore del legno

Almerino Mezzolani 2' di lettura 24/02/2009 - Partirà a breve un progetto sperimentale di prevenzione per i lavoratori del comparto del legno delle Marche e, in particolare del distretto legno della provincia di Pesaro e Urbino.

Le linee guida sono definite da un protocollo d’intesa che sarà sottoscritto da Regione, Inail, Ispesl (Istituto superiore prevenzione e sicurezza sul lavoro), Cgil-Cisl-Uil, Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai, Confapi, Confindustria Pesaro Urbino e Asur.


“Il settore del legno – dichiara l’assessore regionale alla Salute, Almerino Mezzolani – è tra quelli caratterizzati dalla maggiore incidenza infortunistica e dalla persistenza di patologie da lavoro, per questo si è deciso di attivare ed estendere a livello territoriale esperienze già fatte a livello nazionale”. I dati parlano della presenza al 2006 sul territorio regionale di 3422 unità produttive, di cui 1506 nella provincia di Pesaro e Urbino. Gli addetti, nel 2005, erano 18.360 (circa la metà nella stessa provincia del nord delle Marche). Nel periodo 2000-2006 gli infortuni sono stati 10.193 (5509 a Pesaro-Urbino) e 520 malattie professionali denunciate (360 nella provincia di Pesaro e Urbino).


“Si tratta di un progetto – continua Mezzolani – che integra gli aspetti di informazione, formazione, comunicazione e assistenza alle imprese con quelli di vera e propria verifica, in modo da diffondere tra tutti gli addetti una maggiore cultura della sicurezza”. L’intesa, della durata di tre anni, privilegerà la ricerca della massima condivisione da parte delle imprese destinatarie, stimolandone l’interesse e il coinvolgimento attivo nell’incremento delle condizioni di sicurezza degli ambienti di lavoro. Tra gli obiettivi anche l’allargamento della platea dei soggetti coinvolti nelle azioni della campagna, in particolare dei datori di lavoro e dei lavoratori delle microimprese; il coinvolgimento delle aziende anche per filiere produttive; l’attenzione alla crescita della sensibilità e capacità di intervento dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza aziendali e territoriali; l’attenzione ai lavoratori stranieri; lo sviluppo di sensibilità e competenza anche tra i soggetti che a vario titolo affiancano il datore di lavoro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2009 alle 15:17 sul giornale del 24 febbraio 2009 - 708 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, almerino mezzolani





logoEV