Provincia: dal 2006 reinseriti 206 lavoratori svantaggiati

lavoro 1' di lettura 19/03/2009 - Dal 2006 a oggi nella provincia di Pesaro-Urbino sono state reinseriti nel mercato del lavoro 206 “lavoratori svantaggiati”: under 25, extracomunitari, over 50, disoccupati da molti anni e disabili. Di questi contratti, quelli a tempo indeterminato sono stati 84 mentre le donne sono il 60 per cento del totale.

Questi i principali risultati del progetto Pari, “Programma d’azione per il reimpiego dei lavoratori svantaggiati”, promosso dal ministero del Lavoro. I dati sono stati illustrati oggi in un convegno nella Sala Serpieri del collegio Raffaello di Urbino. Tra i presenti all’incontro, l’assessore provinciale alla Formazione e al lavoro, Massimo Galuzzi, il dirigente del servizio Lavoro della Regione Marche, Fabio Montanini, e la dirigente del servizio Formazione professionale e Politiche per l’occupazione, Augusta Compagnucci.


Avviato nel febbraio 2006 con il coinvolgimento di 280 aziende, il progetto Pari ha portato anche alla formazione professionale di 300 persone grazie alla collaborazione dei centri di impiego. “È uno strumento efficace contro la crisi - ha spiegato Montanini - Negli ultimi mesi, infatti, la Regione ha subito un aumento di tutti gli indicatori principali della recessione: cassa integrazione, mobilità, licenziamenti e chiusure delle imprese”. Nel corso del convegno è stato presentato anche il nuovo bando “Pari”, la cui scadenza è fissata per giugno 2009.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2009 alle 18:13 sul giornale del 19 marzo 2009 - 744 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, provincia Pesaro e Urbino, Il Ducato


logoEV
logoEV