Prolungata fino al 17 maggio la mostra su De Chirico e Lisa Sotilis

1' di lettura 05/05/2009 - Visto l’ottimo successo di pubblico e di critica, è stata prorogata fino al prossimo 17 maggio la mostra dal titolo “Il  mito nell’opera di Giorgio de Chirico e di Lisa Sotilis”.  

I miti ritornano a popolare il paesaggio del moderno. E giustamente Walter Benjamin, anziché respingere come irrazionale questa rinascita mitica, avrebbe parlato, per esempio di fronte alla scultura e ai dipinti di de Chirico e della Sotilis, di una “profezia filosofica”, di una realtà che è al di fuori della storia esistenziale, che è al di fuori di ciò che è stato definito desiderio, epithymia del razionale, ma che purtuttavia può prefigurare i confini, le frontiere di un diverso sapere, di una diversa immagine del mondo.


Nel segreto l’arte occulta può condurre al punto in cui “ogni cosa”, anzitutto ciò che nel linguaggio estetico chiamiamo materia e forma, verrà cancellata e ridisegnata dal nostro sapere, dalla nostra “seconda vista”. E allora vedremo quello che si era occultato nella favola, quello che era nascosto nelle figure del meraviglioso. Ma questo esito è possibile in quanto la “scienza visiva” si è posta come il primo gradino della scala iniziatica, da cui abbiamo potuto ancora ascendere al gradino della conoscenza vera, della conoscenza della verità abscondita.


Informazioni più dettagliate, immagini, filmati e articoli sono presenti nel sito: www.sotilis.com.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-05-2009 alle 14:47 sul giornale del 05 maggio 2009 - 1908 letture

In questo articolo si parla di cultura, urbino, mostra, comune di urbino, de chirico, lisa sotilis





logoEV