Africa e politica oggi: mostra, tavola rotonda, film, aperitivo etnico, concerto

africa e politica urbino 3' di lettura 14/05/2009 -

Con un occhio rivolto ai problemi internazionali, la Facoltà di Scienze Politiche si interroga sull’attualità e sulle prospettive politiche e sociali dell’Africa (l\'appuntamento è giovedì 14 maggio in aula 1, dalle ore 11.30 alle 18).





Lo fa in maniera nuova, abbinando il consueto seminario ad una mostra con le fotografie più significative della vita politica africana, alla proiezione del documentario “Come un uomo sulla terra” alla presenza degli autori, all’aperitivo etnico e a un concerto della cantante Saba Anglana accompagnata dal chitarrista Tatè Nsongan (presso il circolo Acli).


Non è un caso che sia stata scelta come immagine del manifesto la fotografia di Julius Nyerere, economista e politico tanzaniano, primo Presidente di Tanganika e poi di Tanzania e uno dei padri fondatori del socialismo africano, che nel ’95 riceve dalla mani del Rettore Carlo Bo la Laurea Honoris causa in Scienze Politiche. L’iniziativa, coordinata dalla prof.ssa Anna Tonelli, parte da una domanda: cosa sappiamo oggi della vita politica africana?.


Nell’indifferenza quasi totale degli italiani, l’Africa sta rivelando alcuni profili inattesi, nel bene e nel male: accanto ai mille problemi e alle crisi vecchie e nuove, vi sono infatti anche aree di interessante sviluppo economico e culturale, nuove esperienze politiche regionali e continentali, uno stimolante dibattito culturale, una nuova percezione delle opportunità offerte dall’economia globale e dalle nuove tecnologie. Paesi africani mostrano risultati economici e politici inattesi: moltissimi di questi sono oggi impegnati in significative sperimentazioni di nuove tecnologie e in progetti ecosostenibili.


E, cosa che ha destato una irriverente sensazionalità sui nostri quotidiani, l’Italia è stata più volte superata dall’uno o dall’altro Stato africano in diverse classifiche internazionali stilate da prestigiosi osservatori indipendenti, su questioni politiche non irrilevanti come la libertà di stampa, la partecipazione femminile alla vita politica e alle istituzioni, l’efficienza della giustizia, e così via. Le trasformazioni in corso accendono i riflettori sull’urgenza di superare anche in Italia gli innumerevoli stereotipi sull’Africa che la breve storia coloniale ci ha lasciato in eredità e che la relativamente breve esperienza di immigrazione di giovani dal continente non è ancora riuscita a contrastare.


L’Africa stringe oggi nuovi legami con le Americhe e con l’Asia, superando gli oceani; solo il Mediterraneo – con la sua prossimità, e paradossalmente proprio per questo – resta un muro difficile da valicare. Di tutto questo si parlerà nella giornata intitolata “Afropolis”, partendo dal tema dei conflitti e delle migrazioni, trattati però a partire da un approfondimento dei processi africani e, in particolare, dalle declinazioni della politica in Africa, sin dalla riflessione sulla statualità e sulle sue trasformazioni, nei successi e negli insuccessi. Info e foto: http://www.uniurb.it/scipol/Afropolis_programma.pdf .


PROGRAMMA h. 11 Saluti del Preside, Prof. Marco Cangiotti Introduzione della Prof.ssa Anna Tonelli h. 11.30 Proiezione del documentario “Come un uomo sulla terra” di Riccardo Biadene, Andrea Segre e Dagmawi Yimer. Saranno presenti: Marco Carsetti (di Asinitas Onlus) e Dagmawi Yimer h. 15.30.


TAVOLA ROTONDA Africa e politica oggi Prof. Anna Maria Gentili (parlerà di: Democrazia e sviluppo in Africa subsahariana) Professore Ordinario di Storia dell’Africa, Università degli Studi di Bologna Alma Mater Prof. Mohamed SALIH (Africa and the Liberal Peace Debate: The anatomy of Conflict in post-conflict development) Professore all’Università di Leida e Direttore di ricerca all’Institute of Social Studies, Paesi Bassi Prof. Piergiorgio Solinas (riflessioni su Antropologia e politica in contesto non europeo) Professore Ordinario di Antropologia Culturale, Università degli Studi di Siena 18.30 circolo Acli Aperitivo con menu del Nord Africa “Adel” aperto a tutti i partecipanti. Spettacolo dal vivo della cantante Saba Anglana accompagnata dal chitarrista Tatè Nsongan.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2009 alle 15:05 sul giornale del 14 maggio 2009 - 953 letture

In questo articolo si parla di cultura, urbino, Università degli studi di Urbino \"Carlo Bo\", africa e politica, facoltà di scienza politiche