Apecchio: l\'illuminazione led fa modello

2' di lettura 29/05/2009 - La sostituzione della illuminazione pubblica del paese di Apecchio che grazie alla tecnologia Led ha portato a un risparmio energetico del 65% dei costi, è stata la notizia al centro dell’incontro fra l’assessore all’Ambiente Marco Amagliani e l’amministrazione locale, invitata in Regione.

“Meno inquinamento, più risparmio e utilizzo corretto dei finanziamenti europei – ha sottolineato Amagliani – quello che ha fatto Apecchio è in linea con quanto la Regione Marche sta mettendo in campo per la sua politica energetica”. Organizzato dal Servizio Ambiente e Paesaggio della Regione Marche e dal Comune di Apecchio in collaborazione con Litek Led Lighting, l’iniziativa è stata presentata come buona pratica in tema di risparmio energetico nell’illuminazione pubblica.


“L’esperienza del Comune di Apecchio – ha detto il sindaco Stefano Cristini - si pone alla ribalta a livello regionale e nazionale per aver scelto di usare la tecnologia Led, di cui si dotano i prodotti della Litek Led Lighting, per illuminare la totalità della sua viabilità stradale”. I tecnici della ditta istallatrice hanno poi spiegato i vantaggi: abbattere l’inquinamento luminoso, in conformità alla legge n. 10/2002 della Regione Marche; così per il gas ad effetto serra CO2, in conformità agli obiettivi del Protocollo di Kyoto; meno interventi di manutenzione; meno costi della bolletta relativa alla pubblica illuminazione dell’Amministrazione di Apecchio. L’intervento si è concretizzato nella sostituzione delle 352 armature stradali, che utilizzano le vecchie ed inquinanti lampade a vapori di mercurio, con le armature stradali a Led serie Proled dell’azienda Litek.


In termini economici, l’Amministrazione comunale di Apecchio potrà assicurarsi un risparmio immediato superiore al 65% rispetto alla vecchia tecnologia, visto che per le 352 lampade sostituite corrisponde un minor fabbisogno di ben 30 kW. Fra i presenti, diversi Amministratori e Tecnici di Enti pubblici e professionisti del settore che operano sia nelle Marche che fuori regione. “Un modello marchigiano da imitare, un esempio per tutti – hanno alla fine convenuto sia Amagliani che il presidente di Legambiente Luigino Quarchioni – che speriamo sia tenuto nella giusta considerazione anche in altre province marchigiane”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2009 alle 17:11 sul giornale del 29 maggio 2009 - 1010 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche





logoEV