Agevolazioni pagamenti utenze e micro prestiti, al via i provvedimenti

provincia pesaro urbino 2' di lettura 16/06/2009 - A partire da lunedì 15 giugno, le famiglie e i lavoratori colpiti dalla crisi economica potranno presentare domanda alla Provincia per usufruire di agevolazioni nel pagamento delle utenze di acqua e rifiuti e per ottenere dalle banche micro - prestiti a condizioni agevolate e sospensione rate mutuo prima casa.

Le agevolazioni consistono nell’esonero dal pagamento fino a 300 euro (massimo 150 euro per rifiuti e 150 per acqua) con un Isee attualizzato dai Caaf tenendo conto della nuova situazione reddituale fino a 8mila euro, oppure una riduzione del 50% fino a 200 euro (massimo 100 euro per rifiuti e 100 per acqua) con un Isee attualizzato dai Caaf tenendo conto della nuova situazione reddituale, compreso tra 8.001 e 10mila euro.


Per i micro prestiti, verranno concessi fino a 3mila euro, a tasso fisso in una unica soluzione, a condizione che l’Isee del nucleo familiare attualizzato al nuovo status occupazionale/reddituale sia inferiore o uguale a 13mila euro.


Potranno beneficiare dei provvedimenti i residenti e domiciliati nei Comuni della provincia in una delle seguenti condizioni, riferite ad attività lavorative nel settore privato: disoccupati alla data di presentazione della domanda a causa di licenziamento per giustificato motivo o dimissioni per giusta causa dopo il primo gennaio 2009; disoccupati alla data di presentazione della domanda per scadenza di un contratto di lavoro a termine o di apprendistato (compresi co.co.co, co.co.pro e contratti di somministrazione) dopo il primo gennaio 2009; soggetti in cassa integrazione (ordinaria, straordinaria o in deroga) o sospesi dal lavoro dal primo gennaio 2009, per almeno 160 ore effettuate al momento della domanda; lavoratori coinvolti da una riduzione dell’orario di almeno il 30% del limite contrattuale individuale.


Le domande, redatte su modello predisposto dalla Provincia, dovranno essere presentate ai Ciof (Centri per l’impiego, orientamento e formazione) o ai Pil (Punti Informativi Lavoro) e verranno acquisite per ordine cronologico.


Gli interessati dovranno presentarsi ai Ciof o Pil competenti territorialmente in base alla residenza e domicilio e sottoscrivere la domanda dichiarando il possesso dei requisiti richiesti. Per info: Centri per l’impiego di Pesaro (via Fermo 33, tel. 0721/372800), Urbino (via dell’Annunziata 51, tel. 0722/373180) e Fano (via De Cuppis 2, tel. 0721/818470); Pil di Cagli (via Alessandri 39, tel. 0721/787278), Fossombrone (Piazza Dante, tel, 0721/714633), Macerata Feltria (via della Gioventù 1, tel. 0722/74150), Montelabbate (Largo Donatori del Sangue 25, tel. 0721/472818), Novafeltria (Piazzale I Maggio, tel. 0541/920087), Pergola (Via Don Minzioni, tel. 0721/778285), Urbania (via Roma 65, tel. 0722/319455); Cgil, Cisl e Uil; Caaf.


Indirizzi e modulistica sui siti www.provincialavoro.it e www.provincia.pu.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-06-2009 alle 15:30 sul giornale del 16 giugno 2009 - 1387 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino, provincia pesaro urbino





logoEV