La Giunta Provinciale incontra quella comunale

2' di lettura 10/07/2009 - Tre ore di intensi colloqui. Tanto è durato l’incontro fra la Giunta Provinciale e quella del Comune di Urbino, tenuto presso la sede del Municipio urbinate.

I due esecutivi sono entrati presto nel vivo dei temi specifici: turismo, università, Polo Educativo e viabilità. Ricci ha sostenuto che la Provincia di Pesaro e Urbino deve trovare nel turismo una grande possibilità di sviluppo economico e la città di Urbino rappresenta un veicolo promozionale per l’intero territorio. La mostra su Raffaello ha dimostrato come si possono avere i grandi numeri di visitatori, e una iniziativa come il Premio “Urbino Press Award” ha fatto vedere che si può ottenere l’attenzione del media internazionali. Bisogna quindi continuare con una sempre maggiore cooperazione.


Ovviamente su questo tema vi è stato il pieno accordo del sindaco Corbucci, il quale ha portato l’attenzione su due sue proposte: la creazione stabile di una “biennale dell’arte classica” coinvolgendo finanziariamente tutte le istituzioni che hanno già lavorato insieme per la mostra su Raffaello, e la creazione di un “Distretto Culturale” che metta in rete eventi e promozione del territorio, in una collaborazione fra pubblico e privato. Le due giunte hanno trovato piena sintonia, perché -è stato detto- bisogna lasciare da parte i campanilismi, fare massa critica nel rapporto con la Regione e dare sempre maggiore visibilità alle bellezze storiche e naturali della provincia di Pesaro e Urbino. La Giunta di Urbino ha chiesto di mettere fra le priorità assolute il miglioramento della strada di collegamento fra i due co-capoluoghi di provincia. Nessuna fantasia irrealizzabile, ma un programma pluriennale che preveda la costruzione di circonvallazioni da Morciola a Gallo di Petriano.


Parlando di viabilità maggiore, è stata sottolineata la piena sintonia in merito al completamento della Fano-Grosseto. Citando poi l’accordo fra Regione e Governo Nazionale sulla possibile riapertura della ferrovia Fano-Urbino (per ora però senza finanziamenti), Presidente e Sindaco hanno convenuto nel preferire semmai il collegamento Urbino – Pergola – Fabriano, come apertura verso Roma. Una richiesta forte di Urbino ha riguardato il riconoscimento del proprio ruolo di “Polo Educativo”. In sostanza, Corbucci ha chiesto che non ci siano più contese come quelle sul biennio dell’ITIS “E. Mattei” fuori da Urbino. Sull’Università piena intesa per seguire con attenzione il risanamento finanziario dopo la statalizzazione e il futuro sviluppo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2009 alle 10:48 sul giornale del 10 luglio 2009 - 1354 letture

In questo articolo si parla di urbino, politica, comune di urbino


logoEV
logoEV