Misure anticrisi, modificata la decorrenza per usufruire delle agevolazioni

2' di lettura 26/07/2009 - Potranno presentare domanda le persone licenziate o poste in cassa integrazione dal primo dicembre 2008. 

I protocolli anticrisi, promossi dalla Provincia in collaborazione con le Aziende di gestione del Servizio Idrico, del Servizio Ambiente, le organizzazioni sindacali e gli istituti di credito hanno visto un grande riscontro nel nostro territorio, tanto che ad oggi sono 430 le domande presentate dai cittadini per accedere alle misure previste (agevolazioni nel pagamento utenze di acqua e rifiuti, micro prestiti a condizioni agevolate ecc.).



Per venire incontro ad un significativo numero di lavoratori licenziati e/o collocati in cassa integrazione durante il mese di dicembre 2008, in un primo tempo esclusi dai benefici (che avevano decorrenza dal primo gennaio 2009), la giunta provinciale ha approvato lemodifiche al protocollo relative proprio al possesso dei requisiti, anticipandone la decorrenza dal primo dicembre 2008. Potranno dunque presentare domanda le persone licenziate per giustificato motivo oggettivo o che si sono dimesse per giusta causa dopo il primo dicembre 2008, i disoccupati per mancata proroga o rinnovo di un contratto a termine dopo il primo dicembre 2008 (compresi i co.co.co, co.co.pro., i contratti di apprendistato e di somministrazione), i lavoratori in cassa integrazione o sospesi dal lavoro dal primo dicembre 2008 (per almeno 160 ore effettuate al momento della domanda), i soggetti a cui è stato ridotto l’orario di lavoro di almeno il 30%.



Le domande, complete dei documenti richiesti (modello Isee attualizzato e compilato avvalendosi dei Caaf aderenti al protocollo; autocertificazione o stato di famiglia; autocertificazione dello stato di disoccupazione o attestazione rilasciata dai Centri per l’impiego e Punti Informativi lavoro sulle condizioni lavorative; attestazione dell’impresa o autocertificazione per i lavoratori in cassa integrazione riguardo al percepimento dell’integrazione salariale), verranno acquisite per ordine cronologico, fino a concorrenza del fondo assegnato. I moduli per le domande possono essere ritirati presso i Centri per l’impiego, i Punti Informa Lavoro (PIL), i Caaf, le organizzazioni sindacali. Le domande vanno presentate ai Centri per l’impiego o ai Pil.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2009 alle 18:21 sul giornale del 27 luglio 2009 - 910 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino, crisi economica