Palmiro Ucchielli: candidatura unitaria alla segreteria del PD delle Marche

ucchielli 2' di lettura 04/08/2009 - \'Uniti per governare insieme le Marche\'è la mozione regionale a sostegno della candidatura unitaria (come in Val d\'Aosta e Abruzzo) del senatore Palmiro Ucchielli a segretario del Partito democratico delle Marche


\"Le regionali sono una sfida molto importante. Dobbiamo stare \'Uniti per governare insieme le Marche\' e cercare di rafforzare questo rapporto col territorio\" - così inizia Palmiro Ucchielli, che continua - \"i punti centrali della mozione sono: Unità, ovvero una forte unità del PD, del centro sinistra, del territorio, poiché la cittadinanza ormai è quella europea, uniti perché uniti si perde e uniti si vince; Ascolto, bisogna rimetterci in sintonia con la gente che cerca lavoro, con le aziende in difficoltà, con chi chiede di essere ascoltato; Rinnovamento, coesione tra coloro che si affacciano alla politica e tra coloro che si sono già affermati, puntando sui giovani; Radicamento, punto importante quanto gli altri tre; Regole, una qualsiasi organizzazione senza regole non va da nessuna parte\" - infine conclude - \"non meno importanti sono responsabilità e risultato perché per stare in una comunità, oltre che rispettare le regole, bisogna essere consapevoli di ciò che si fa e dei risultati che si ottengono. Io nonostante l\'esperienza ho ancora molto da imparare e non do mai lezioni\".

Ucchielli, su richiesta, non si è sbilanciato circa la sua preferenza tra i candidati delle tre mozioni nazionali.

A sostenere la candidatura di Ucchielli erano presenti anche Sara Giannini, segretaria regionale del PD, Luigino Quarchioni, presidente di Legambiente Marche e la senatrice Silvana Amati che ha ribadito: \"Il congresso non è un momento di contrapposizione feroce, siamo uniti per mandare a casa Berlusconi e chi governa malamente il Paese. Bisogna vincere le Marche\".









Questo è un articolo pubblicato il 04-08-2009 alle 13:55 sul giornale del 04 agosto 2009 - 1293 letture

In questo articolo si parla di politica, ucchielli, chiara bruglia