Sospesi i debiti delle piccole imprese, Confesercenti: un passo importante verso la ripresa

2' di lettura 05/08/2009 - “Un provvedimento che consentirà a tante piccole e medie imprese della provincia di tirare un sospiro di sollievo, aiutandole a contenere gli effetti della crisi e a preparare al meglio la ripresa”. Giorgio Bartolini, responsabile del Settore Credito per la Confesercenti di Pesaro e Urbino, commenta così l’accordo siglato pochi giorni fa alla presenza del ministro dell’Economia Tremonti, tra i vertici dell’Abi, le associazioni di categoria e le altre organizzazioni imprenditoriali, che prevede la sospensione dei debiti delle imprese nei confronti del sistema creditizio.

\"La difficile situazione economica sta provocando inevitabili tensioni nella gestione finanziaria delle aziende -spiega Bartolini- e, in molti casi, concrete difficoltà a rispettare le scadenze di rimborso dei prestiti bancari contratti in un contesto economico diverso. L’intervento, frutto della collaborazione tra Governo, istituti bancari e tutte le associazioni, riuscirà a garantire l’equilibrio finanziario indispensabile alle imprese per accelerare l’uscita dalla crisi.



L\'avviso comune, infatti, oggetto dell\'accordo, blocca per 12 mesi il pagamento della quota capitale delle rate di mutuo e il pagamento della quota capitale implicita nei cambi di leasing immobiliare e mobiliare. L’intervento, inoltre, che entra in vigore da subito, allunga a 270 giorni le scadenze del credito a breve termine per sostenere le esigenze di cassa con riferimento alle operazioni di anticipazione su crediti certi ed esigibili\'\'. Il ministero dell\' Economia predisporrà un manuale on line che sarà disponibile in tutte le sedi bancarie, postali e delle associazioni di categoria, al fine di attivare una serie di meccanismi che comprendano l\'intervento della Cassa Depositi e Prestiti, della Sace, della Banca Europea di Investimenti e delle banche italiane, per rendere concreto l\'accordo.



“Si tratta di un passo importante a sostegno della piccola impresa –aggiunge il presidente provinciale di Confesercenti Alfredo Mietti- e anche di un efficace strumento contro la crescita dell’usura in questo particolare momento di crisi. Ora, lo sforzo collettivo compiuto da tutti i soggetti -Istituzioni, sistema bancario ed imprese- necessita soltanto di una immediata traduzione in termini operativi, attraverso la diffusione più ampia possibile tra le banche e la tempestiva fruibilita\' delle operazioni per le imprese. Gli uffici credito di Confesercenti –conclude Mietti- sono fin d’ora a disposizione degli operatori sia per ulteriori informazioni, sia per avviare le pratiche che consentono di accedere alle agevolazioni”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2009 alle 16:47 sul giornale del 05 agosto 2009 - 931 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, Confesercenti Pesaro, crisi economica