Il Careeday 2009 parla anche straniero

3' di lettura 25/10/2009 - La laurea è in tasca, o quasi. E fra poco inizia un’altra fase della vita, nuova, stimolante ma altrettanto impegnativa.

Cercare lavoro è un lavoro. Niente di più vero. Ecco perché nell’era dei saloni dell’orientamento per l’impiego e delle giornate-incontro tra laureati e aziende, anche l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” offre ai suoi studenti uno strumento utilissimo per muovere i primi passi nel mondo professionale. Giunto alla sua 8° edizione, il CAREERDAY, in programma il 4 e 5 novembre a Palazzo Battiferri di Urbino, si rinnova e inserisce nel programma anche la sezione Career Abroad, dedicato alla ricerca di lavoro all’estero. Esperienza che oggi può fare la differenza in un curriculum vitae. Perché non esiste solo l’Erasmus.



Durante il Careerday chi vuole mettersi alla prova in un contesto internazionale e così imparare meglio una lingua straniera, non deve fare altro che chiedere informazioni alle agenzie Ies Consulting, European Career Evolution e Torbay Training Partnership, se vuole fare rispettivamente un tirocinio in Spagna, Irlanda o Inghilterra. Per chi è interessato ad altri Paesi europei, sarà presente anche Eures, il portale europeo per la mobilità professionale, e il Ministero degli Affari esteri. Che, durante il workshop “Opportunità di lavoro e tirocinio all’estero” del 5 novembre, spiegherà come candidarsi per fare uno stage in una delle sue rappresentanze diplomatiche nel mondo. Ma questo è solo uno dei tanti incontri organizzati per rispondere ai dubbi e alle domande che i neolaureati si pongono. Soprattutto in questo delicato momento di crisi economica. Ecco allora che partecipare ai convegni \"I laureati alla ricerca di un lavoro in tempi di crisi: opportunità e strumenti” e “Imprenditorialità e auto impiego come risposta alla crisi” potrebbe aiutare i partecipanti a orientarsi in una situazione nuova. Per gli aspiranti prof, l’Ufficio Scolastico Provinciale di Pesaro Urbino, in rappresentanza del Ministero della Pubblica istruzione, parteciperà al Careerday per fornire tutte le informazioni necessarie per intraprendere la carriera dell’insegnamento, come le modalità di inserimento in graduatoria, i titoli di studio necessari per l’accesso alla professione e ai concorsi.



Non mancheranno gli appuntamenti tradizionali con i laboratori di orientamento e tecnici: dall’analisi del mercato del lavoro locale per capirne le richieste a come scrivere un cv e affrontare un colloquio di lavoro (per iscriversi http://www.uniurb.it/careerday, entro il 2 novembre). Mobilifici, banche, ditte metalmeccaniche, tour operator, enti sportivi, no profit e agenzie di pubbliche relazioni: le aziende a cui lasciare di persona il proprio cv, punto di forza tradizionale del Careerday, coprono i principali settori di impiego e i partecipanti avranno solo l’imbarazzo della scelta. Infine, per chi vuole continuare gli studi e prendere una specializzazione, l’ateneo presenta anche tutta l’offerta formativa post-laurea. Il programma completo del Careerday 2009 è su www.uniurb.it/careerday.


   

da Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo"
www.uniurb.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2009 alle 18:40 sul giornale del 26 ottobre 2009 - 1262 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, Università degli studi di Urbino \"Carlo Bo\"