Cagli: Catria e Nerone, tavolo tecnico sul Piano casa e appalti pubblici

CNA 1' di lettura 27/11/2009 - Un tavolo tecnico con i sindaci del territorio ed i responsabili degli uffici tecnici in sede di Comunità Montana del Catria e Nerone a cui parteciperà anche CNA per l’esame di una bozza di delibera di consiglio di recepimento della legge regionale sul Piano Casa omogenea nei 5 comuni appartenenti alla Comunità Montana.

Questa la proposta scaturita dall’incontro tra i sindaci della Comunità Montana del Catria e del Nerone ed una delegazione della CNA composta da Massimo Galli, responsabile CNA ambito Urbino, Anita Sorcinelli, presidente CNA sezione Cagli, Fausto Baldarelli, responsabile provinciale dell’Unione Costruzione Impiantisti, e Fabio Vernarecci, del direttivo provinciale Unione CNA Costruzioni.


La legge regionale sul Piano Casa recepisce, in tema di appalti pubblici all’art.8, una delle principali istanze che la CNA ha proposto negli incontri effettuati in tutta la provincia con le amministrazioni comunali. Ovvero che per i bandi di appalti di lavori pubblici al di sotto della soglia comunitaria dei 500mila euro sia prevista la pubblicazione del bando all’albo pretorio del comune cercando di coinvolgere direttamente le imprese del territorio.


La richiesta di CNA è quella di allargare il tavolo tecnico al fine di avviare un confronto che possa portare alla definizione di una bozza d’intesa per l’istituzione di un Albo di imprese del territorio che, avendone i requisiti, possano essere invitate alle gare di appalto dei lavori pubblici.


   

da CNA




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2009 alle 13:42 sul giornale del 28 novembre 2009 - 976 letture

In questo articolo si parla di economia, cna


logoEV
logoEV