Rubavano negli appartamenti degli studenti, in manette due marocchini

furto appartamenti urbino 1' di lettura 14/04/2010 - Nella mattinata di martedì gli investigatori del commissariato di Urbino hanno fermato due cittadini marocchini senza fissa dimora,  F. M., ventitreenne, e H. M., trentatreenne irregolare, ritenuti responsabili di furto aggravato continuato.

Le indagini sono partite da diverse denunce relative a furti consumati su auto in sosta, abitazioni, esercizi pubblici e laboratori sporte da studenti universitari che vivono a Urbino, commercianti ed artigiani.

I furti erano stati consumati soprattutto durante il periodo delle festività pasquali all'interno degli alloggi lasciati vuoti dagli studenti momentaneamente rientrati nelle città di origine e nei negozi e laboratori artigianali chiusi. Le forze dell'ordine hanno raccolto informazioni sulla presenza in zona dei due perchè sospettati di essere coinvolti nei furti, uno aveva trovato appoggio presso alcuni conoscenti mentre l'altro occupava abusivamente un locale attualmente disabitato. Le verifiche effettuate nelle loro abitazioni hanno consentito di rinvenire e recuperare numerosi oggetti rubati. La merce era nascosta anche all'interno di garage ed appartamenti, soprattutto stabili, abbandonatidi ignari conoscenti a Urbino, Frontone e Cantiano.

Sono stati recuperati televisori al plasma, computer, amplificatori, play station, macchine fotografiche digitali, autoradio, telefoni cellulari, capi d'abbigliamento, occhiali da sole, attrezzi da ferramenta, binocoli, accessori per auto, generi alimentari, tutto riconducibile per il momento ad oltre dieci furti. I due sono stati condotti nel carcere di Villa Fastiggi.








Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2010 alle 19:39 sul giornale del 15 aprile 2010 - 840 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, francesca morici, urbino, furto





logoEV